Cosa visitare a Bilbao – itinerario in 2 giorni

Sharing is Caring! :)

State pianificando il vostro viaggio, magari breve, per un semplice weekend e non sapete ancora cosa visitare a Bilbao?

In questa guida vi propongo un semplice tour di due giorni indicandovi cosa visitare a Bilbao per vedere tutti i punti più importanti della città e dei suoi dintorni e scoprirete che tutto sommato 2 giorni per visitare Bilbao sono più che sufficienti! 🙂

Questo itinerario a Bilbao è quasi uguale a quello che ho percorso io nel mese di Giugno, in solo un giorno e mezzo, infatti il primo giorno sono arrivato in città alle 16 del pomeriggio. Quindi i tempi sono già testati! 😉 .

Se decidete di seguire questo itinerario, vi consiglio anche di leggere la mia guida ai mezzi pubblici di Bilbao: questo sia per capire come spostarvi (sostanzialmente in metro, ma non solo!) e perchè per gli spostamenti che vi propongo è conveniente acquistare la tessera “Barik Creditrans”, una tessera ricaricabile valida per tutti i mezzi di trasporto della città, con la quale le corse costano molto meno dei biglietti singoli! Tutti i dettagli qui.

Infine… Prima di arrivare a destinazione scaricate sullo smartphone il navigatore offline MAPS.ME e le mappe offline della città sulle quali potrete anche prendere nota di cosa visitare a Bilbao, vi saranno utilissime!

Cosa visitare a Bilbao – Giorno 1

Cosa visitare a Bilbao il primo giorno? Partiamo dal centro, la zona esterna verso l’oceano la lasciamo per il secondo giorno!

L’itinerario in quest’ordine presuppone che il vostro punto di partenza si trovi in un hotel nella zona nel Casco Viejo (come ad esempio l’originale AliciaZzz B&B); se invece vi trovate nella zona del centro nuovo (io ad esempio alloggiavo presso la Pension San Mamès), potete tranquillamente invertire le prime tre tappe dell’itinerario.

Potrebbe interessarti : Dove conviene alloggiare a Bilbao

Prima di iniziare a raccontarvi cosa visitare a Bilbao ecco una mappa con l’itinerario proposto per il primo giorno, per capire meglio dove vi trovate 🙂

Le linee blu indicano il tragitto indicativo da fare camminando, mentre le linee rosse indicano spostamenti con i mezzi pubblici (metro o funicolare). I pin blu sono luoghi di interesse che potete ingrandire, mentre i pin marroni indicano zone con un po’ di vita durante la sera.

Per comodità e per non essere troppo isolati di sera vi consiglio di alloggiare nel Casco Viejo o nel centro moderno, un po’ più economico. Leggi qui la guida su dove alloggiare o vedi l’elenco degli alberghi disponibili!

Iniziamo!

Il Casco Viejo

Il casco Viejo, ossia il centro storico di Bilbao, è quello che si trova al lato est del fiume. Più piccolo del centro moderno, con il suo diametro di circa 500 metri, vi consiglio di visitarlo camminando il modo un po’ casuale, così da perdervi nelle sue stradine più o meno strette e seguendo l’ispirazione di quello che vedrete (o sentirete, come magari dei gruppi di suonatori in angoli casuali della città).

cosa visitare a bilbao - casco viejo
Una via a caso del casco viejo di bilbao

Esplorare per intero il centro storico non richiederà più di 3 ore. Se vi trovate qui all’ora di pranzo (o cena) troverete facilmente luoghi dove rifocillarvi, in particolare dove assaggiare dei “pintxos”, i quali, volendo riassumere in modo forse un po’ troppo sbrigativo, sono l’equivalente basco delle “tapas” nel resto della spagna.

Altrettanto buona è questa zona anche per l’aperitivo o per un drink dopocena.

Se vi avanza tempo e vi piacciono le visite a Musei e Monumenti, potete provare il Museo Vasco o la Cattedrale (tutti segnati nella mappa iniziale)

Durante la visita del Casco Viejo non dimenticate di passeggiare anche lungo il fiume, dove in prossimità dei giardini potreste imbattervi in qualche mercatino di libri nuovi e usati all’aperto.

cosa visitare a bilbao
Stand di libri lungo il fiume dal lato del casco viejo

Il Mercado de La Ribera

Se avete già visitato altre città della Spagna, questo tipo di Mercato non vi risulterà nuovo. Come in altri centri città della Spagna ecco il mercato coperto di Bilbao, con tutti i vari stand di pesce, carne, verdura e specialità locali.

Un po’ diversa rispetto alle altre città la struttura in cui si trova, dall’esterno sembra quasi un centro commerciale ed è distribuito su due piani.

Come in tutti i mercati di questo tipo consiglio di visitarlo nelle ore del mattino, in quanto pur essendo aperto fino alle 20, dal pomeriggio una parte degli stand chiudono, in particolare quelli di pesce.

Se non avete ancora cenato o se è l’ora dell’aperitivo, al piano terra trovate dei piccoli bar e ristoranti dove mangiare qualcosa, con la possibilità anche di sedervi sulla terrazza esterna che si affaccia sul fiume.

bilbao aperitivo al mercato
Aperitivo sulla terrazza del mercato di Bilbao

La Gran Via

La Gran Via di Bilbao, (che si chiama proprio così, non è un appellativo di fantasia), è il viale principale nella zona del centro nuovo di Bilbao, cioè quella ad ovest del fiume.

Partendo quindi dal casco Viejo attraversate uno dei due ponti più vicini e raggiungerete in breve la Gran via.

Essa attraversa il centro moderno per intero da ovest ad est. La parte più occidentale della Gran Via è semplicemente una grande strada di scorrimento (sulla quale si trovano anche alcune fermate del bus A3247 per l’aeroporto) bella, ma senza particolari attrattività.

La parte potenzialmente più interessante è quella più orientale, quindi proprio quella vicina al fiume: è una sorta di “Rambla”, se mi si concede il termine, con negozi di vario genere come accade anche in altre città della Spagna.

Se non siete fan dello shopping o semplicemente non vi interessa particolarmente, potete anche saltare questa tappa, o tenerla per un secondo momento.

Stadio di San Mamès

Se la giornata è ormai giunta al termine, continuate la visita di queste zone il giorno successivo e magari godetevi la serata nel casco Viejo.

Se invece siete nel primo pomeriggio ed avete ancora varie ore di luce da sfruttare, prendete la metropolitana dalla stazione più vicina a voi (che potete trovare dalle mappe offline di MAPS.ME) quale ad esempio Casco Viejo o Abando e scendete alla fermata San Mamès.

All’uscita dalla stazione a breve distanza potrete vedere il grande stadio di Bilbao.

Parco Casilda e Centro Guggenheim

Camminando verso nord arriverete poi alla Plaza Sagrado Corazòn, dove inizia il Parco Casilda Iturrizar, un bel parco da attraversare e dove fermarsi per una pausa vicino alle fontane.

Uscendo dal parco in direzione della Euskadi Plaza potrete vedere la parte più moderna della città. Un imponente grattacielo si troverà di fronte a voi, fino a quando, costeggiandolo sul lato destro, arriverete su un ponte pedonale di legno sopra al fiume, da cui potrete vedere il famoso centro Guggenheim.

Dopo una pausa ad ammirare il panorama, scendete dal ponte di legno senza attraversarlo e dirigetevi verso il centro Guggenheim, sede dell’omonimo museo.

museo guggenheim
La facciata esterna del centro Guggenheim

Tenete in considerazione che se intendete visitare l’interno del museo vi servirà probabilmente un intero giorno in più, da mettere in conto! 😀

Se invece vi aggrada semplicemente visitarlo all’esterno e fare qualche foto di rito sotto il grande ragno che sta di fronte al museo Guggenheim, proseguite poi ulteriormente fino ad arrivare al successivo ponte pedonale Puente de Calatrava.

Il nome di Calatrava non sarà di certo nuovo per chi conosce, abita o frequenta Venezia, qui a Bilbao però hanno disteso un tappeto sopra l’immancabile parte in vetro del ponte per evitare gli scivoloni col bagnato! 😆

Funicolare di Artxanda

Attraversato il ponte di Calatrava a breve distanza troverete l’ingresso della funicolare di Artxanda. Una linea funicolare con circa 100 anni di storia, ancora in servizio, che vi porta fino in cima alla collina antistante, permettendovi di godervi una visuale dai finestrini della funicolare tutt’altro che banale!

Giunti in cima poi, sarete nel mezzo di un parco molto carino, con opere artistiche tra gli alberi e un muretto di recinzione fatto solo con grandi lettere che compongono il nome di Bilbao, da cui potrete vedere l’intera città!

dove alloggiare a Bilbao
Bilbao vista dall’alto, dal parco di Artxanda

Vi consiglio di salire al parco con la funicolare di Artxanda quando avete qualche ore di luce a disposizione per godere a pieno delle visuali. Quindi se si è fatto troppo tardi rimandate al giorno seguente!

Per salire e ridiscendere la funicolare, la tessera Barik è particolarmente convieniente, il viaggio andata e ritorno vi costerà solo anzichè 1,16 anzichè 3,25 euro.

Cosa visitare a Bilbao – Giorno 2

Cosa visitare a Bilbao nel secondo giorno? Oggi il viaggio sarà all’esplorazione della parte periferica della città, fino ad arrivare sulla costa nord, di fronte all’oceano.

Iniziamo ancora con la mappa per chiarire dove ci si trova, fate un po’ di zoom per capire meglio:

Ancora una volta le linee blu sono il tragitto da fare a piedi e quella rossa uno spostamento in metro.

Spiagge e promontorio sull’oceano

Dalla fermata della metro più vicina al vostro albergo in centro a Bilbao prendete la linea 1 e scendete alla fermata Bidezabal. Da qui, scendendo la strada principale arriverete alla spiaggia e all’oceano (percorrendo il tragitto blu più in alto nella mappa).

Il nord della Spagna è molto più nuvoloso e fresco rispetto al sud, se siete particolarmente fortunati da arrivare con una giornata di sole allora valutate anche una breve pausa sulla sabbia! 🙂

Alla vostra destra noterete un promontorio, sopra del quale si sviluppa una pista ciclabile e pedonale molto carina da vedere e ben fornita di giardinetti e panchine. Ai lati ville e villette di un certo livello e un vecchio mulino convertito a ristorante.

Per arrivarci uscite dalla spiaggia e iniziate la salita sullo stretto sentiero sul fianco sinistro che diventerà poi via via più grande e curato.

Si, c’è un po’ di salita da fare ma dalla sommità del promontorio la visuale ne vale davvero la pena!

Se siete gran camminatori potete arrivare fino all’estremità del promontorio, dove si trova un piccolo faro e da dove potrete vedere anche l’oceano dall’altro lato.

Se invece siete stanchi tornate verso la metro, e anzichè ridiscendere in spiaggia per poi risalire tagliate direttamente attraverso la strada più breve.

Il puente Colgante

Cosa visitare a Bilbao se non il Puente Colgante? Lasciare la città senza averlo visto non è da fare! 🙂

Risalite sulla metro nella direzione del ritorno, ma scendete alla fermata Areeta.

Da qui dirigetevi verso il fiume, fino a vedere il grande ponte sospeso proprio davanti a voi: il Puente Colgante.

puente colgante bilbao
Il ponte colgante con la cabina a metà attraversamento

Il Puente Colgante è stato il primo esemplare in Europa di ponte sospeso (da cui appunto il nome) in funzione dal 1893 e poi preso come esempio anche da altre città nel mondo negli anni successivi. Nel 2006 è stato dichiarato patrimonio dell’umanità secondo l’Unesco.

Distrutta l’arcata centrale durante la seconda guerra mondiale per rallentare gli spostamenti, venne poi ricostruita utilizzando gli stessi materiali e tecniche originali.

Il vantaggio di un ponte così costruito è quello di poter far passare imbarcazioni anche grandi senza la necessità di avere parti mobili da aprire per fare spazio come accade in tanti altri ponti di altra natura.

Si trova così in funzione da più di un secolo e permette di far salire persone ed automobili che vengono trasportati da un lato all’altro del fiume ogni 2-3 minuti.

L’attraversamento per i pedoni costa 40 centesimi con la carta Barik, acquistando il biglietto sul posto costa da un minimo di 40 centesimi fino a oltre 1 euro a seconda dell’ora del giorno.

Quindi se la traversata vi piace potete anche farla più volte senza far piangere il budget! 🙂

Prima di attraversare il fiume però, fatevi due passi lungo il fiume fino alla foce, dove c’è un pontile con giardinetti che merita una visita e la statua rappresentante gli uomini che rovesciano il dio del vento, a simboleggiare la vittoria dell’uomo nel riuscire a stabilirsi in una zona particolarmente battuta dal vento.

Portugalete

Dopo aver attraversato il Puente Colgante vi troverete dal lato opposto del fiume, nel quartiere Portugalete.

Da questo lato del fiume vi consiglio una passeggiata un po’ casuale dove potrete imbattervi in edifici storici anche ben curati, come ad esempio l’antica stazione, oggi punto di informazioni e toilette pubblica (che non fa mai male, dopo una giornata in giro!)

A pochi metri di distanza potete visitare anche la Torre de Salazar e la Basilica de Santa Maria, dietro la quale si trova un punto panoramico perfetto per ammirare il puente colgante in movimento come nel video qui sotto!

Giunti a questo punto, prendete la metro dall’omonima fermata “Portugalete” e ritornate verso il vostro albergo!

Un’aperitivo o cena abbondante ve la siete meritata! 🙂

Ora non vi resta che trovare un buon albergo consultando questa guida e un volo economico, ad esempio con la compagnia Volotea che effettua il volo diretto da alcuni aeroporti d’Italia come Venezia e che offre spesso biglietti a prezzi stracciati.

Fate una ricerca nel box qui sotto, che confronta tutti i possibili voli per Bilbao mostrando quello più economico o quello più veloce! Il mio consiglio è di cercare sempre anche i voli in partenza da un aeroporto un po’ più lontano da casa, potreste scoprire dei voli molto più economici e diretti senza scalo!

Vi è piaciuta questa guida su cosa visitare a Bilbao? Condividetela o seguite la pagina Facebook, non costa nulla, vi aiuta a rimanere aggiornati sulle nuove guide e aiuta questo sito a crescere!  😉


Come valuteresti questo articolo? Lascia un voto! 🙂
[Voti: 3    Media Voto: 5/5]

Fabio M.

Lavoro in un aeroporto ma non ho sconti sui voli come tutti pensano 🙂
Mi occupo di informatica e webdesign e quando posso pianifico fughe all'estero o al caldo.


Sharing is Caring! :)

Un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.