Cosa visitare a Madrid – itinerario in 3 giorni

Beh, è un po’ difficile circoscrivere cosa visitare a Madrid in una vacanza di 3 o 4 giorni, la città ha talmente tanto da offrire che non ci si stancherebbe di girarla anche in molto più tempo!

Non sarebbe però una buona guida se mi limitassi a dirvi questo, quindi oggi vediamo in dettaglio una serie di attrazioni che potete visitare a Madrid in pochi giorni, con una stima del tempo indicativo necessario per visitare ciascuna di esse, lasciandovi anche gli spunti per altre possibili cose da vedere a Madrid nel caso abbiate ulteriori giorni a disposizione! 🙂

Mappa delle attrazioni da visitare a Madrid

Cominciamo come sempre con la mappa che vi servirà come punto di riferimento durante la lettura (e durante la visita della città) con per poi cominciare con la lista delle cose da visitare a Madrid! 🙂

I pin verdi indicano i parchi, quelli marroni i musei, quelli gialli i mercati coperti, e quelli blu le attrazioni da visitare a Madrid, che vedremo man mano nella guida. Quel che è certo è che vi servirà un alloggio in posizione comoda per visitare questi luoghi, date quindi uno sguardo anche alle zone più pratiche per alloggiare a Madrid.

 

Palacio de Cibeles

Tempo: meno di un’ora

Dove alloggiare a madrid

Il Palacio de Cibeles nella sua bellezza potrebbe essere per molti l’edificio che, catturando la vostra attenzione, saluterà il vostro arrivo a Madrid. Questo perchè si trova vicino a due delle più frequentate fermate e stazioni bus/treno dove fare tappa arrivando dall’aeroporto (Cibeles e Recoletos)

Potrebbe interessarti anche: Come arrivare dall’aeroporto di Madrid al centro

Il Palacio de Cibeles, ottima cartolina per le vostre prime foto, ospita la sede delle poste ma dispone anche di qualche spazio accessibile al pubblico poco noto, come un bar e una terrazza panoramica da cui vedere la città dall’alto. L’accesso ha un prezzo di 3 euro.

Se avete tempo che avanza potete dare uno sguardo anche ai rimanenti palazzi costruiti sugli altri 3 della piazza (sì, perché anche se non è molto chiaro oltre a essere una rotonda e una stazione dei bus questa sarebbe anche una piazza): il Palacio de Linares, Palacio de Buenavista e il Banco de España.

 

Il Parque del Retiro

Tempo: da 3 ore a oltranza

Un parco? Sì, un immenso parco (ma non il più grande di Madrid) proprio attaccato al centro della città.

Tra le cose da visitare a Madrid non dovete perdervi il Parque del Retiro, non solo per la possibilità di rilassarvi un po’ all’ombra in caso di visite nei mesi caldi ma per visitare le differenti parti del parco, che vi consiglio di girare con una bici date le dimensioni e per godervelo meglio!

Si passa dalle zone con giardini estremamente curati con siepi e alberi “ricamati” come in un giardino imperiale, a quelle di parco “classico” con parecchi alberi sotto cui riposarsi all’ombra, agli ampi viali pieni di gente che passeggia (e di giovani!) o fa sport, per poi arrivare al Palacio de Cristal tra piccole grotte e laghetti e terminare all’Estanque del Retiro di cui vi parlo a breve. E il tutto visitabile gratuitamente!

Palacio de cristal

La dico brutale? Ok, mi avete convinto. Il Palacio de Cristal è una struttura che ricorda molto una serra, un po’ per le fattezze e un po’ per le temperature interne. 😆 All’interno del Palacio de Cristal sono ospitate alcune sculture così bianche da confondersi alla vista nel bel mezzo dei visitatori… quante riuscite a vederne in foto? 🙂

Il Palacio de Cristal, proprio nel mezzo del parque del Retiro contiene qualche scultura e… sì, sembra una serra 🙂

Di fronte al Palacio de Cristal non mancano poi un piccolo laghetto con fontana, anatre e tartarughe, oltre a delle piccole “grotte” dove non mancherà sicuramente la fantasia per fare qualche foto.

Il Palacio de Cristal visto dall’esterno

Estanque del Retiro

L’estanque del Retiro è un laghetto artificiale di forma rettangolare che si trova sempre all’interno del Parque del Retiro, la cui attrattiva consiste nella possibilità di noleggiare una barchetta a remi al prezzo di 6€ per 45 minuti e di girare un po’ all’interno del lago. 🙂

Se siete in coppia è sicuramente una chicca da visitare a Madrid tra le più romantiche, a patto di evitare le ore centrali nei mesi estivi o i giorni di pieno afflusso turistico per evitare che si trasformi in un autoscontro acquatico. Il momento migliore? Senz’altro il tramonto!

I parchi di Madrid

Dopo aver girato questo parco, non azzardatevi a pensare di aver visto tutto il verde di Madrid.

Se avete la possibilità di noleggiarvi una bicicletta (insisto, prendetela), è consigliatissima una visita anche ad alcuni altri parchi, dei quali i più consigliati da visitare a Madrid sono:

  • Madrid Rio: ovvero il parco sul fiume Manzanares, segnalato nella mappa a sud della città, che costeggia appunto il fiume, molto curato;
  • Casa de Campo: il parco più grande di Madrid ad ovest della città. Questo parco difficilmente potrete girarlo tutto anche se avete una bici elettrica date le sue dimensioni. E’ immenso, contraddistinto anche da larghe strade/sentieri che vi daranno l’impressione di sentirvi in campagna e piccole colline nel mezzo delle quali potrete davvero sentirvi in pace. In alcune aree la vegetazione è un po’ più “secca” rispetto ai parchi del centro città ma troverete anche dei laghetti artificiali e lo Zoo Aquarium de Madrid.
    Una curiosità di questo parco? E’ costruito sopra ad un tratto di autostrada interrata;
  • Campo del Moro: il giardino reale a fianco del Palacio Real, che vedemo nella guida;
  • Parque del Oeste: altro giardino ad ovest della città tra il Templo de Debod e il fiume;
  • Parque de Berlin, di cui parleremo in questa guida;
  • nonchè molti altri parchi che a Madrid sono davvero numerosi. Vi basta fare zoom nella mappa per vedere quanti ce ne sono!

 

Museo del Prado

Tempo: da 2 ore a infinite ore per gli appassionati

Per chi è appassionato d’arte non può mancare nella lista delle cose da visitare a Madrid una tappa ad (almeno un) museo della città. Uno dei più grandi e rinomati è il museo del Prado, posto proprio tra il Parque del Retiro e il centro della città.

Vi consiglio di visitare questo museo (e lo stesso vale per molti altri musei della città) durante le ultime due ore di apertura della giornata quando l’ingresso invece di costare 15 euro diventa gratuito (cioè tra le 18 e le 20, ma verificate sempre l’orario aggiornato sul sito ufficiale).

Mettendovi in coda al museo del Prado poco prima delle 18 noterete una fila immobile e di lunghezza non indifferente che potrebbe farvi desistere ma non temete, allo scattare dell’orario di accesso gratuito comincerà ad avanzare in modo veloce.

All’interno troverete opere di Velazquez e Goya, nonchè di vari artisti italiani come Botticelli, Tiziano, Tintoretto, Caravaggio e molti altri.

Lista dei musei di Madrid

In quanto a musei da visitare a Madrid comunque c’è solo l’imbarazzo della scelta. Questi sono altri musei da visitare a Madrid (con link al sito ufficiale), che trovate nella mappa contrassegnati dai pin marroni:

 

Puerta del Sol e il KM 0

Tempo: mezz’ora

La Puerta del Sol è una delle piazze più emblematiche da visitare a Madrid. Con la sua forma a mezzaluna e le statue de “el oso y el madroño” (l’orso e l’albero di corbezzolo, simboli di Madrid) ha altresì un significato importante per l’intera Spagna.

Su questa piazza inoltre si trova la mattonella che rappresenta il “kilometro zero” da cui parte la misura delle distanze di tutte le strade che si estendono in modo radiale partendo dalla capitale. (Ricordate che “tutte le strade portano a Roma”? Ecco, qualcuna porta invece a Madrid).

Dove si trova questa mattonella? …vi lascio il gusto di trovarla. 😉 (Suggerimento: cercate un gruppo di gente che guarda il pavimento)

 

La Gran Via

Tempo: dipende dal vostro debole per lo shopping

A poca distanza da Puerta del Sol troviamo poi la Gran Via di Madrid, la principale via commerciale della città, dove si trovano negozi dei più famosi brand (ma non solo) per le vostre fughe di shopping.

Sì, a vederla così se non fosse per il cielo ben diverso sembrerebbe una famosa via di Londra…

Cosa visitare a Madrid - La Gran Via
Uno scorcio della Gran Via di Madrid, la via dello shopping della capitale

Quando passerete per la Gran Via non dimenticate di fare un salto al centro commerciale El Corte Inglès (che trovate segnato nella mappa), dove potrete salire gratuitamente all’ultimo piano e godere della vista della città dall’alto dalla terrazza del bar. 🙂

 

Plaza Mayor

Tempo : mezz’ora

Playa Mayor è una delle piazze simbolo della capitale spagnola. La sua sagoma rettangolare, circondata da edifici un tempo interamente costruiti in legno, distrutti e ricostruiti più volte, è luogo di ritrovo nonchè sede di eventi e concerti come ad esempio in occasione della Fiera de San Isidro, patrono della città.

Cosa visitare a Madrid - Plaza Mayor
Un lato di Plaza Mayor; questa piazza simmetrica e rettangolare ospita svariati negozi e attività sotto i portici

Dopo aver visitato la piazza e i negozi sotto i portici dell’intero perimetro, alcuni dei quali storici, soffermatevi a notare un piccolo dettaglio: le targhe con i nomi dei viali che partono dalla piazza. Tali targhe oltre a riportare il nome della via hanno tutti anche un’illustrazione, volta a garantire in passato che anche chi non sapeva leggere riuscisse da essa a capire il nome della via.

Di queste targhe ne troverete anche altre in giro per Madrid, scovatene più che potete! 🙂

 

Restaurante Botin

Perché includere un ristorante nell’elenco delle cose da visitare a Madrid? Perché il Ristorante Sobrino de Botin è il più antico ristorante del mondo ad essere ancora in attività dal 1725, motivo per il quale è entrato nel guinness dei primati.

Una delle sue specialità è il maialino al latte, dei quali alcuni li potrete vedere anche sbirciando nelle cucine.

La facciata del ristorante, per quanto di modeste dimensioni, lascia comunque intuire la storicità del luogo mentre gli interni, che si sviluppano su più piani, conservano alle pareti quadri e illustrazioni alcuni dei quali con firme di visitatori importanti datati qualche secolo.

Scendendo al piano interrato (prestando attenzione alla testa lungo le scale davvero storiche) vi troverete in un’atmosfera di tutto rispetto. Sempre al piano interrato si trovano anche le cantine del ristorante che conservano un piccolo segreto che non vi svelo qui… ma che potrete scoprire se visiterete il ristorante durante un Walking tour della città (alla fine della guida vi spiego dove trovarli)! 🙂

 

I mercati coperti

Tempo: 1 ora o più se vi fermate a bere o per pranzo

Se siete già stati in qualche altra città della Spagna avrete già notato che ognuna di esse ospita un mercato fisso in una struttura coperta, che vende principalmente generi alimentari consumabili anche sul posto, grazie a qualche stand apposito o qualche bar per bere qualcosa in compagnia.

Tra le cose a visitare a Madrid non vanno dimenticati proprio questi mercati al coperto, che qui sono anche più numerosi rispetto alle altre città. Troviamo ad esempio il Mercado de San Antòn nel quartiere di Chueca, Il mercado de San Miguel proprio vicino a Plaza Mayor o il Mercado de La Paz se vi trovate nel quartiere di Salamanca. Li trovate tutti evidenziati nella mappa in alto con i pin gialli.

Cosa visitare a Madrid - Alloggiare a Madrid - Mercado de San Anton
Il mercado fisso de San Antòn e i suoi stand

Questi mercati rappresentano un’ottima alternativa per un pranzo (o una cena per quelli che tengono aperto anche la sera) con prodotti freschi o tipici del luogo e per una bevuta mentre siete in giro per il vostro tour di visita di Madrid col vantaggio di non perdere tempo alla ricerca di un ristorante o bar soddisfacente. Vi consiglio quindi di inserire questa tappa quando è ora di rifocillarvi. 🙂

Una piccola nota negativa è che a Madrid i prezzi che trovate all’interno di questi mercati è più alto rispetto a quello molto abbordabile degli analoghi mercati di altre città spagnole, probabilmente per l’alto afflusso turistico. Ad ogni modo niente di proibitivo.

Potrebbe interessarti anche: Dove conviene alloggiare a Madrid

 

Mercado del Rastro

Il Mercado del Rastro a differenza di quelli appena menzionati è un mercato all’aperto da visitare a Madrid ogni domenica mattina indicativamente tra le 9 e le 15.

Al Mercado del Rastro oltre ai soliti generi che si possono trovare anche ai mercati cittadini italiani, troviamo anche bancarelle con prodotti di seconda mano o tipici locali. Con possibilità di contrattare.

 

Il Palacio Real

Tempo: una decina di minuti da fuori o svariate ore se entrate

Il palazzo reale di Madrid è uno degli edifici più enormi e lussuosi che possiate vedere.

L’attuale edificio è costruito sulle rovine della precedenze fortezza musulmana (Alcazar) la quale era stata convertita a Palazzo Reale dal momento della riconquista cristiana della città fino a quando fu distrutta da un’incendio.

Il Re di Spagna Filippo V che ordinò la costruzione dell’attuale edificio volle che fossero costruite un numero di stanze tali da permettergli di vivere ogni giorno in una diversa stanza del’edificio. La richiesta esagerata fece sì che la costruzione del nuovo palazzo richiese 26 anni e il re morì prima di potervici entrare.

E’ possibile visitare il Palazzo Reale di Madrid anche al suo interno, (link al sito) ma preparatevi a lunghe file nonostante gli ingressi scaglionati.

Il Palacio Real dispone di un giardino reale in leggero dislivello sul lato ovest del palazzo, al lato est invece si trova un altro piccolo parco con alcune statue tra cui quella dedicata al re Felipe IV; come vedete a Madrid il verde davvero non manca.

Al lato sud infine, affacciato agli ingressi del palazzo, si trova la Catedral de la Almudena, una cattedrale di costruzione relativamente recente, sul cui retro si trova anche una cripta di cui vi parlo subito.

Cosa visitare a Madrid - Palacio Real de Madrid
Talmente grande da non poter entrare in una sola foto (cliccate qui per zoomare la panoramica)

 

Cripta de la Catedral de la Almudena

Tempo: 10 minuti

A breve distanza dal Palacio Real troviamo anche la Cripta de la Catedral de la Almudena.

Aperta e visitabile gratuitamente (dove è possibile lasciare un’offerta) è visitabile in pochi minuti e ci troverete sul pavimento stesso numerose tombe di importanti dimensioni.

 

Templo de Debod

Tempo: 10 minuti o 1-2 ore se entrate

Un’altra delle cose da visitare a Madrid, magari dopo il Palazzo Reale dato che si trovano entrambi a ovest del centro, è il Tempio de Debod.

Cosa visitare a Madrid - Templo de Debod

Il Tempio de Debod è un tempio egizio che fu regalato dall’Egitto alla Spagna negli anni 60 come ringraziamento per l’aiuto della nazione al salvataggio di alcuni templi della Nubia.

Lo potete visitare all’orario del tramonto se vi va, avendo la visuale libera verso ovest potrebbe regalare un bel gioco di luci.

Anche il tempio di Debod è visitabile al suo interno, entrano poche persone alla volta essendo abbastanza piccolo, motivo per cui anche qui si formano spesso e volentieri code importanti. (link al sito)

 

Teleférico de Madrid

Tempo: almeno 1 ora

Stanchi di camminare? Volete provare qualcosa di più avvincente? Non lontano dal Templo de Debod trovate uno dei due accessi al Teleférico de Madrid, una funicolare che raggiunge un’altezza massima di 40 metri, dove la visuale è assicurata. 🙂

Potrebbe interessarti anche: Vedere Madrid dall’alto – tutti i punti per farlo

Potete salire al prezzo di 6 euro sul Telefèrico, il quale percorre 2,5km fino a portarvi nel cuore del parco Casa de Campo, il pià grande dell’intera città di Madrid.

Potete trovare orari e dettagli sul sito del Telefèrico de Madrid o su EsMadrid e qualche video su youtube per farvi un’idea del tragitto compiuto. 🙂

 

Paseo de la Fama

Tempo: 20 minuti

Avete sempre sognato Los Angeles ma il budget o il fato vi ci hanno sempre tenuti lontani? Ingannate i vostri amici facendovi una foto al Paseo de la Fama facendogli credere di esserci stati! 🙂

Proprio a pochi passi dal Tempio de Debod, fate una tappa lungo Calle de Martin de Los Heros per visitare il Paseo de la Fama dove troverete lungo il marciapiedi una serie di stelle, proprio come a Los Angeles, riportanti i nomi di alcuni attori spagnoli (o latini in genere).

Tra qualche foto e qualche tentativo di capire chi sono certi attori sentiti, un po’ di sorrisi sono assicurati!

 

Stazione Ferroviaria di Atocha

Tempo: 20 minuti

Lo so, per come siamo abituati in Italia può suonare strano trovare una stazione ferroviaria nell’elenco di cose da visitare a Madrid; eppure in Spagna alcune stazioni ferroviarie sono delle vere e proprie attrazioni (come ad esempio anche la Stazione del Nord a Valencia).

La stazione ferroviaria di Atocha, una delle più frequentate di Madrid, da cui partono numerosi treni per le lunghe distanze, è un vero e proprio giardino (o serra) tropicale.

Potrebbe essere la prima stazione che vedrete se arrivate dall’aeroporto al centro con il treno e alloggiate nelle vicinanze di Atocha o potrebbe essere la stazione di partenza del vostro treno se decidete di andare a visitare Toledo. Se nessuno di questi fosse il vostro caso ci potete comunque andare a fare un salto con una passeggiata, non perderete molto tempo!

Cosa vedere a Madrid - Atocha
La facciata d’ingresso della stazione di Atocha. Pulita e ordinata come le stazioni italiane vero? 🙂

 

Parque de Berlin

Tempo: 2 ore

Allontanandosi un po’ dal centro di Madrid potete raggiungere anche il Parque de Berlin.

Si tratta di un piccolo parco a qualche km di distanza dal centro città (dovrete per forza prendere una metro o una bicicletta per arrivarci) al cui centro su una sorta di piccolo laghetto sono conservati tre pezzi originali del muro di Berlino.

Una visita veloce (viaggio a parte) e poco impegnativa.

 

Plaza Castilla

Se siete arrivati fino al Parque de Berlin potete ormai fare un ulteriore salto in zona a vedere Plaza Castilla.

Questa moderna piazza è contraddistinta da un alto e appuntito obelisco, nonché due grattacieli “inclinati”, per gli amanti dell’architettura moderna.

 

Stadio di Madrid “Bernabeu”

Lo stadio di Madrid “Santiago Bernabeu”, di proprietà del Real Madrid, è una tappa che gli appassionati di calcio vorranno sicuramente mettere in cima alla lista delle cose da visitare a Madrid. Per eventualmente entrarci qui trovate la vendita dei biglietti.

Non essendo appassionato del settore non ho molti dettagli da darvi… ma so che questo non vi fermerà! 😀

 

Toledo!

Tempo: mezza giornata/una giornata

Avete un quarto giorno a disposizione e vi va di cambiare un po’? Visitate Toledo!

Ma Toledo è una città a sé stante, perché menzionarla nell’elenco delle cose da visitare a Madrid?

Perché Toledo è facilmente raggiungibile tramite treno ad alta velocità in 30 minuti di viaggio, dalla stazione di Atocha (quella menzionata poc’anzi).

Ad un prezzo di circa 22 euro andata e ritorno potete andare a visitare la città storica di Toledo. I biglietti li potete acquistare (meglio in anticipo prima che si esauriscano i posti) sia online, digitando Atocha come partenza e Toledo come destinazione, sia alla macchinetta della stazione.

Una città dove la parola “storica” è veramente adatta, all’interno delle mura sembra di essere ancora nel passato da quanto è rimasto conservato intatto.

I ponti di accesso alla città e le relative porte sono davvero impressionanti e la città si può facilmente girare in mezza giornata o una giornata (ammesso che non vogliate entrare in tutte le numerose chiese, in tal caso i tempi si dilungherebbero).

Toledo è la città storicamente famosa per la produzione di spade, e (se non dovete tornare a casa in aereo) avrete l’imbarazzo della scelta su quante e quali spade classiche (o riproduzioni) potrete comprare a prezzi davvero contenuti nei negozi sparsi per il centro.

Ma di Toledo parleremo più in dettaglio in un’altra guida! 🙂

 

…la vita notturna!

Sembrerà banale, ma una delle cose da visitare a Madrid è proprio la vita notturna.

Qui più che in altre città ho davvero sentito la necessità di avere alcuni giorni per visitare la città di giorno e altrettanti per viverla di notte (o in alternative delle giornate di 36 ore ciascuna).

Le tante opportunità offerte dalla vita notturna di Madrid la rendono davvero una delle più complete che possiate trovare. Dai più banali bar e ristoranti che trovate nelle varie piazze del centro, ai piccoli club nascosti dietro porte insonorizzate, i discobar o le grandi discoteche appena fuori del centro a tema latino, rock o elettronica, ci sono possibilità di ogni genere tutte le sere della settimana fino all’alba. E nel quartiere di Chueca non mancano allo stesso modo anche i gay bar/club.

 

Walking tour per visitare Madrid?

Vi ho parlato dei free walking tour in questa guida, spendiamo quindi ora qualche parola in più.

Come funziona un free walking tour

Sempre più città (sia spagnole che non) negli ultimi anni mettono a disposizione dei “free walking tour” a frequenza giornaliera che vi permettono di visitare i punti salienti della città con una guida accreditata che solitamente è uno studente locale.

Spesso non è nemmeno necessario prenotare questi walking tour, basta presentarsi al punto di ritrovo 10 minuti prima dell’orario di inizio. I walking tour si basano sul supporto delle mance, quindi al termine del giro se vi è piaciuto, sentitevi liberi di lasciare una mancia alla guida che, non essendo pagata dall’associazione, si sostiene grazie ad esse.

Questi walking tour a mio parere sono consigliatissimi per vari motivi:

  • Le giovani guide sono ben informate su storia e curiosità dei luoghi che vi porterà a visitare,
  • vi portano in certi luoghi e vi raccontano certi dettagli che non avreste mai scoperto senza una guida,
  • vi portano sia in luoghi classici/storici sia a visitare attrazioni alternative senza rischiare di annoiarvi,
  • vi permettono di visitare in 2-3 ore i punti salienti della città mettendovi in condizioni di scegliere poi nei rimanenti giorni cosa visitare più a fondo o cosa tralasciare, motivo per cui consiglio sempre di partecipare ad uno di essi (qualsiasi città visitiate) in uno dei primi giorni del vostro soggiorno!

Free walking tour a Madrid

Fatta la parentesi sul funzionamento dei free walking tour, se volete partecipare ne trovate di almeno due compagnie diverse alla Puerta del Sol (segnata sulla mappa in alto) tutte le mattine alle 11.

Il tour che ho seguito io era con Trip Tours Madrid, per trovarli vi basterà cercare i ragazzi con l’ombrello giallo, per poi scegliere se seguire il tour in inglese oppure in spagnolo. In alternativa ne trovate anche di altre associazioni come Free Tours, Leaf Madrid o altri ancora che potreste incontrare casualmente tra le piazze di Madrid quando vedrete ombrelli colorati aperti in pieno giorno! 🙂

Ora che sapete tutto su cosa visitare a Madrid è tempo di trovare un alloggio in posizione comoda per non perdere tempo (e gambe!) in troppi spostamenti: non perdetevi la guida alle zone migliori per alloggiare a Madrid e trovate un buon volo qui sotto!

Vi è stata utile questa guida? Condividetela con gli amici o seguite la pagina facebook ufficiale per aiutare il sito a crescere! 🙂

Sharing is Caring! 🙂

Come valuteresti questo articolo? Lascia un voto! 🙂
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Cerchi attività da fare in zona?

Fabio M.

Lavoro in un aeroporto ma non ho sconti sui voli come tutti pensano :) Mi occupo di informatica e quando posso pianifico fughe al caldo.
Spesso prima di un viaggio si perde tanto tempo in ricerche a volte fuorvianti. Always On Board nasce con lo scopo di farvi trovare tutto ciò di cui avete bisogno in un solo sito web, dagli alloggi alle mappe, dalle cose da visitare ai tranelli da evitare (Disclaimer). Scopri l'ispirazione del sito.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.