Tunnel a pedaggio in Austria: quanto costano e come evitarli

Se siete arrivati a questa pagina è perché avete scoperto che ci sono dei tunnel a pedaggio in Austria dove, purtroppo, per transitare non basta la classica vignetta che permette di girare liberamente su tutte le autostrade della nazione.

Nel caso non foste già pratici del meccanismo di funzionamento della vignetta, vi consiglio di leggere la guida alle autostrade in Austria e alla vignetta prima di mettervi in marcia.

Se invece sapete già tutto sulla vignetta e volete scoprire quali sono le eccezioni dove ancora si paga il pedaggio… iniziamo subito!

I tunnel a pedaggio in Austria: come funzionano

La vignetta per le autostrade in Austria vi permette di percorrere tutte le autostrade e le superstrade del paese, tutte le volte che volete senza pensieri di code ai caselli.

Ci sono però, purtroppo, alcune eccezioniIn corrispondenza delle più lunghe gallerie del paese (tunnel) e di alcuni specifici tratti autostradali, troverete dei caselli, simili a quelli italiani, a cui pagare un pedaggio per l’attraversamento. Questo, dicono, per coprire i maggiori costi di manutenzione di tali percorsi e gallerie.

Dico “purtroppo” in quanto i pedaggi per questo genere di tratti seppur brevi (a volte solo 5 km), costano dai 6 euro a 12 euro per ogni attraversamento. Ecco perché sapere in anticipo dove si trovano ed eventualmente evitarli, vi potrà far risparmiare una discreta cifra.

Dove sono i tunnel a pedaggio in Austria

Per scoprire dove si trovano i tunnel a pedaggio in Austria è necessario fare riferimento al sito ufficiale delle autostrade austriache (Asfinag). A questa pagina trovate una mappa, che riporto qui sotto ingrandita, con l’indicazione delle autostrade e superstrade del paese e i relativi tratti con pedaggio separato.

Mappa per identificare i tratti autostradali a pedaggio aggiuntivo, tratta dal sito ufficiale delle autostrade austriache Asfinag.at
  • I tratti di colore arancione sono i tratti dove è possibile transitare liberamente con la sola vignetta autostradale in corso di validità.
  • I tratti di colore verde indicano i percorsi dove è necessario pagare un pedaggio separato, di cui parliamo in questa guida.
  • Quelli di colore blu infine, sono dei brevi tratti dove è possibile transitare anche senza vignetta; quest’ultimi difficilmente ci saranno utili arrivando dall’Italia, dato che sono tutti in prossimità del confine tedesco.

Passiamo ora ad analizzare ciascuno di questi tunnel a pedaggio dell’Austria scoprendo i relativi costi e i percorsi alternativi per evitarli, risparmiando così una discreta cifra. I prezzi indicati in questa guida potrebbero variare nel corso del tempo: a questo link potete vedere i prezzi sempre aggiornati di ciascuno di essi.

 

Tunnel Bosruck

Costo: 6 euro
Percorso alternativo: facile

Il primo Tunnel a pedaggio in Austria che vediamo è il Bosruck Tunnel.

Questo tunnel di circa 5km di lunghezza si trova sull’autostrada A9, nel tratto che va dalla città di Graz verso la città di Linz. E’ un tunnel che potrebbe trovarsi sulla vostra strada se state percorrendo un viaggio itinerante per l’Austria o se semplicemente vi state dirigendo verso la regione dell’Alta Austria arrivando dal Friuli.

Attraversare questo tunnel di circa 5 km costa 6 euro a tratta: potete facilmente notare che, per un viaggio andata e ritorno di pochi giorni quale è probabile che sia il vostro caso, vi verrebbe a costare 12 euro: ben più dei 9,40 euro della vignetta che vi permette di girare su tutte le altre autostrade del paese per 10 giorni.

Se non vi va di pagare questa cifra aggiuntiva potete evitare questo tunnel senza troppa fatica. Nella mappa qui sotto potete vedere in rosso il tragitto standard rimanendo in autostrada e attraversando il tunnel a pedaggio, mentre in blu trovate la strada alternativa che esce dall’autostrada e vi rientra dopo aver superato il tunnel a pedaggio:

Il percorso alternativo suggerito è lungo circa 19 km, contro i 14 km dell’autostrada.
Il tempo di percorrenza è di 19 minuti contro i 9 minuti in autostrada.

Il tutto salvo eventuale traffico che potrebbe essere sia sul percorso esterno sia su quello autostradale se c’è coda al casello di ingresso del tunnel.

Se quindi vi va di spendere 10 minuti sul percorso blu per risparmiare 6 euro, ecco il tragitto da fare:

  • Ipotizzando di percorrere l’autostrada A9 da sud verso nord, prendete l’uscita 69 “Liezen” (vi ricordo che non essendoci caselli sulle autostrade austriache non perderete tempo in uscita); se avete perso l’uscita 69 ancora un’ultima occasione per uscire alla numero 67 “Ardning”;
  • Vi troverete così sulla strada 320, da percorrere fino ad arrivare al paese di Liezen;
  • A Liezen prendete la strada 138, che vi porterà dritta al lato opposto del tunnel, dove troverete l’ingresso n°57 “Spital am Phyrn” per rientrare in autostrada e continuare il vostro viaggio.

La strada alternativa, provata personalmente, è abbastanza sbrigativa: si attraversa un unico semaforo a Liezen e ci sono solo un paio di tornanti sui punti più alti della strada.

 

Tunnel Tauern e Katschberg

Costo : 12 euro (6+6)
Percorsi alternativi: facile per il Katschberg, più impegnativo per il Tauern

Questi due tunnel a pedaggio dell’Austria si trovano in immediata successione sull’autostrada A10 ed è per questo che sono identificati con un solo tratto di colore verde nella mappa del sito delle autostrade austriache che avete visto all’inizio della guida.

Questi due tunnel a pedaggio in Austria sono probabilmente i più facili da trovarsi “tra i piedi” per tutti coloro che entrano in Austria dal Friuli e si stanno dirigendo verso Salisburgo (o verso la Germania).

Il costo per attraversare questi due tunnel è di 12 euro a tratta (mentre si pagano 6 euro attraversandone solo uno), pari a 24 euro per un viaggio andata e ritorno: non poco.

Esiste un solo casello per il pagamento del pedaggio/i e si trova a metà tra i due tunnel, in corrispondenza del casello di Sankt Michael im Lungau:

  • se arrivate dall’autostrada A10 pagherete l’intera tariffa di 12 euro dato che, trovandovi lì, uno dei due tunnel l’avete già attraversato e il secondo siete costretti ad attraversarlo subito dopo;
  • se state entrando (o uscendo) dal raccordo di Sankt Micheal significa che attraverserete necessariamente solo un tunnel, quindi pagherete 6 euro.

Anche questi tunnel si possono evitare percorrendo dei tratti quasi paralleli ad essi fuori dall’autostrada: per il primo dei due tunnel a pedaggio (Katschberg) il percorso alternativo è molto semplice, mentre per il secondo (Tauern) evitare il pedaggio diventa più complicato: vediamo entrambi.

Il Katschberg tunnel è il primo dei due tunnel che incontrerete sulla A10 proveniendo dall’Italia: il tragitto rosso è ancora il tratto all’interno dell’autostrada con tunnel a pedaggio, mentre quello blu è il percorso alternativo per evitarlo. La freccia nera indica la prosecuzione dell’autostrada verso il secondo tunnel (Tauern) di cui parleremo dopo.

La lunghezza del percorso alternativo è di 15 km contro gli 11 km in autostrada.
Il tempo di percorrenza è di 16 minuti contro gli 8 minuti in autostrada.

Se volete spendere 8 minuti in più e risparmiare 6 euro di pedaggio:

  • Percorrendo l’autostrada A10 da sud verso nord, prendete l’uscita 113 “Rennweg am Katschberg”;
  • Continuate sempre verso nord sulla strada 99, fino ad arrivare al paese di “Sankt Michael im Lungau”.
  • A quel punto se girate a sinistra tornerete a bordo della A10, continuando il vostro viaggio sull’autostrada attraverso il secondo tunnel; se invece girate a destra potete evitare anche il successivo Tauern tunnel. Continuate a leggere prima di scegliere, dato che evitare il prossimo tunnel richiede più tempo.

Dopo aver superato in pochi minuti il Katschberg tunnel, è ora tempo di pensare al Tauern tunnel. Qui la situazione è più complicata, in quanto nonostante il Tauern tunnel sia lungo solo 5 km, per evitarlo bisogna saltare un tratto di autostrada di ben 43 km (26 minuti di percorrenza), e l’unica strada alternativa nei dintorni è di 56km (52 min), allungando quindi i tragitti di circa mezz’ora.

Sebbene non ci siano particolari tornanti ripidi su questa strada, consiglierei il percorso alternativo solo a chi non ha fretta e ha piacere di vedere un po’ di panorama alternativo all’autostrada dato la lunghezza del tratto (e occhio agli autovelox nei centri urbani).

Ancora una volta ecco la mappa con il percorso rosso che include il tunnel a pedaggio sulla A10 e il percorso blu sulla strada esterna n°99 . La freccia nera indica la direzione verso il precedente tunnel Katschberg.

 

Tunnel Karawanken

Costo: 7,40 euro

Il Karawanken tunnel si trova sull’autostrada A11 in prossimità del confine a sud con la Slovenia.

Dato che arrivando dall’Italia per entrare in Slovenia ci sono ben altre vie più pratiche, la probabilità di doverlo attraversare è davvero bassa.

Se foste così sfortunati da doverci passare, non ci sono molte alternative nei dintorni; dovrete spostarvi di 10 km verso est o verso ovest dove troverete delle vie parallele per attraversare il confine (e la catena montuosa) le quali però presentano svariati tornanti e richiedono più pazienza.

 

Tunnel Gleinalm

Costo: 9 euro
Percorso alternativo: facile, anche se più lungo

Il tunnel Gleinalm è un tunnel che si trova sull’autostrada A9 appena a nord della città di Graz. Potreste incontrare questo tunnel se appunto vi state dirigendo da Graz in direzione Linz.

Per evitare questo tunnel, della lunghezza di circa 8km, bisogna saltare un intero tratto della A9 lungo circa 35 km, scegliendo il percorso alternativo in blu nella mappa che transita per le superstrade S35 ed S6.

Il percorso alternativo è caratterizzato da una facile percorrenza (si tratta appunto di superstrade, simili alle autostrade), ma essendo lungo 62 km invece di 36 km e richiedendo 42 minuti invece di 27 richiede un po’ più di tempo a disposizione. Consigliato a chi non ha fretta.

 

Tunnel Arlberg

Costo: 10 euro
Percorso alternativo: medio

Il tunnel Arlberg, probabilmente il più lungo tunnel a pedaggio in Austria con i suoi quasi 17 km si trova sulla superstrada S16, non lontano dal confine italiano e quello svizzero.

Data la posizione e l’orientamento (da ovest a est), per un italiano che si reca in Austria o che la attraversa per raggiungere la Germania, è improbabile doverci transitare.

Se fosse il vostro caso comunque, è possibile evitarlo percorrendo l’adiacente strada 197 (allungando la percorrenza da 17 a 23 km e da 15 a 27 minuti) la quale però presenta anche alcuni tornanti, non risultando quindi tra le più scorrevoli. Per 10 euro però… ci si può provare!

Autostrada A13 del Brennero

In quest’ultimo caso non si parla di un tunnel ma di un’intera autostrada, che rappresenta l’ultimo caso di strada a pedaggio non coperta dalla vignetta.

La autostrada A13, lunga circa 25 km tra il confine italiano del Brennero e Innsbruck, è l’unica autostrada austriaca dove vige il classico meccanismo delle autostrade italiane con i caselli e i pedaggi a seconda del tratto percorso.

Per l’intera tratta, di circa 25 km, tra il confine del Brennero e Innsbruck, il costo è di 9,50 euro, che si riduce uscendo alle uscite intermedie (qui trovate i costi delle uscite intermedie).

Se dovete percorrere questo tratto di autostrada, arrivando da Bolzano, non c’è molto da fare per evitarlo se non allungando parecchio il tragitto e passando per strade molto meno scorrevoli.

D’altro canto, se vi dovete solo recare ad Innsbruck potete evitare l’acquisto della vignetta e percorrere solo questa autostrada a pedaggio; allo stesso modo se dovete solo attraversare il paese per andare in Germania, dopo essere usciti dalla A13 a Innsbruck Sud potete proseguire verso il confine tedesco sulle strade extraurbane classiche, evitando ancora di acquistare la vignetta.

Vi è stata utile questa guida? Condividetela con gli amici! 🙂

Sharing is Caring! 🙂

Come valuteresti questo articolo? Lascia un voto! 🙂
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Cerchi attività da fare in zona?

Fabio M.

Lavoro in un aeroporto ma non ho sconti sui voli come tutti pensano :) Mi occupo di informatica e quando posso pianifico fughe al caldo.
Spesso prima di un viaggio si perde tanto tempo in ricerche a volte fuorvianti. Always On Board nasce con lo scopo di farvi trovare tutto ciò di cui avete bisogno in un solo sito web, dagli alloggi alle mappe, dalle cose da visitare ai tranelli da evitare (Disclaimer). Scopri l'ispirazione del sito.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.