Dove conviene cambiare Yen? In Giappone o in Italia?

Sharing is Caring! :)

State organizzando il vostro viaggio in Giappone e vi è appena venuto il dubbio su dove è meglio cambiare Yen per non arrivare in Giappone con le tasche vuote ma allo stesso tempo non svuotarle cambando i soldi dove il tasso di cambio è da criminali?

Oggi vi spiego quali sono tutte le possibilità per cambiare Yen prima (o durante) il vostro viaggio, comparandole tra loro e trovando la migliore.

Spoiler per chi ha fretta: passate direttamente sul fondo dell’articolo per la soluzione migliore! 🙂

Cambiare yen in banca

Dove cambiare yen? La prima classica opzione che vi può venire in mente è quella di cambiare i soldi da euro in yen presso la vostra banca.

Per farlo, dovrete probabilmente prendere appuntamento per il ritiro se la vostra filiale non è troppo grande, in quanto potrebbero non avere la valuta giapponese già in sede e per cambiare yen avranno bisogno di farseli mandare in loco.

Il che implica che per cambiare yen in banca dovrete fare uno o più viaggi in filiale ma quel che è peggio… il costo del cambio non è economico!

Ora, per le operazioni di cambio valuta ogni banca ha costi differenti ma mediamente, per quanto bene vi vada, cambiare yen implicherà un tasso di listino che si discosta di una determinata percentuale dal prezzo reale (da un minimo del 2%, che è la base da cui partono praticamente tutti, a crescere) più una commissione fissa per l’operazione, indipendentemente da quanti soldi cambiate (mediamente si parte dai 8-10 euro) e come se non bastasse alcune banche aggiungono anche una commissione dal nome simile a “commissione di intervento per operazione di cassa valute” che per fare l’esempio della mia banca è del 1,5% della somma cambiata.

Tirando le somme, una bella parte del vostro gruzzolo se n’è già andata!

Cambiare yen in banca? NO grazie!

Vi consiglio caldamente di non farlo mai o di farlo solo in caso di emergenza per la quale abbiate necessariamente bisogno di avere yen già pronti quando salite in aereo.

Cambi valuta all’aeroporto in Italia

NO! Non fatelo! MAI!

Se leggendo le commissioni di cambio valuta applicate dalle banche siete rimasti allibiti, preparatevi perchè se vi venisse l’idea di cambiare yen all’aeroporto italiano di partenza prima di salire in aereo potreste davvero arrivare alla nausea.

(Le considerazioni valgono anche per eventuali altri aeroporti europei nel caso faceste qualche scalo, visto che anche nel resto dell’EU i cambia valute aeroportuali non sono molto più economici).

Dopo questa premessa avrete già capito cosa vi sto per dire, andiamo quindi a vedere i costi per cambiare yen in aeroporto.

Il prezzo di listino cambio è gonfiato in modo scandaloso, arrivando a discostarsi dal 10-11% dal valore reale (esempio visto con i miei occhi: se oggi un euro vale 133 yen, compreranno a 147 yen e venderanno a 118 yen). Come se non bastasse si aggiunge un costo fisso per l’operazione che va da 2,50 a 10 euro (indipendentemente dalla cifra cambiata) e infine alcuni non contenti si permetteranno di chiedervi una ulteriore percentuale sull’operazione.

Cambiare yen in questo modo, per fare un esempio, significa che cambiando 100 euro ne perderete già 18-22 sul banco del money change.

E non fidatevi nemmeno quando ci sono le “offertone speciali” come i cambi senza commissione! significa che vi abbuoneranno uno dei tre salassi ma rimarranno gli altri due (magari gonfiati per compensare).

dove conviene cambiare yen
Cambiare Yen permette anche di ricevere un rinomato “soldo bucato” 😀

Cambiare yen al money change in Giappone

Ok, vi ho appena parlato malissimo dei money exchange negli aeroporti italiani, allora perchè vi sto per presentare i money exchange degli aeroporti giapponesi?

Perchè il Giappone è un paese molto civile e fortunatamente questo si nota anche in certi aspetti economici.

I money exchange all’interno degli aeroporti giapponesi applicano un tasso di cambio che si discosta di circa il 2% sul valore di mercato, senza commissione fissa e senza spese aggiuntive.

Vi faccio l’esempio dell’esperienza vissuta personalmente per cambiare yen in euro al momento del ritorno a casa: valore giornaliero dello yen 132, compravano a 128 e vendevano a 135.

Inoltre i money change degli aeroporti Giapponesi vi cambiano fino all’ultima moneta che riesca a formare un numero intero nella valuta di destinazione, non come in patria dove le monete ve le rifiutano spesso e volentieri come scarti radioattivi.

E come se non bastasse al termine del cambio valuta vi daranno anche un paio di biscottini in omaggio e dei gran sorrisi! 😆

Una volta all’interno di un aeroporto giapponese inoltre, mi sento di dire che un money change vale l’altro anche se trovate più insegne. Noi italiani abituati a essere fregati dal 1861 saremmo colti dal dubbio su quale scegliere per trovare il meno disonesto, lì invece sembrano tutti allineati su commissioni simili.

Riguardo altri money change fuori dagli aeroporti invece non vi so dire, ma evitate sicuramente quelli che sembrano piccoli baracchini poco promettenti.

Pagare in yen direttamente con le carte

Un’alternativa per pagare le vostre spese in Giappone sarebbe quella di non cambiare yen ma di utilizzare solamente le carte di credito o debito.

E’ una mossa con cui andare cauti, in quanto in Giappone purtroppo pochissimi negozi accettano pagamenti con carta, il contante regna ancora incontrastato anche nelle grandi città come Tokyo.

Quello che potreste fare però se proprio avete una carta particolarmente conveniente nei cambi valuta, è prelevare da un ATM. Sebbene non ci siano molti sportelli in giro per le città ne trovate invece sempre all’interno di quasi tutti i kombini (cioè i piccoli supermercati come 7eleven) prelevando un po’ di contante da usare per il resto della giornata.

Se scegliete di usare le carte tenete però presente che non può essere la vostra unica opzione per i pagamenti. Atterrati in aeroporto infatti avrete bisogno di acquistare per lo meno qualche biglietto per il trasporto pubblico e non è detto che riusciate a pagare già da subito con la carta. Un po’ di contante quindi vi servirà comunque.

Se vorrete usare spesso le carte fate quindi attenzione prima di partire da casa nel controllare che siano abilitate per l’uso all’estero e quali sono i limiti giornalieri e mensili, per non trovarvi in brutte situazioni dopo!

Tenete inoltre presente che i circuiti bancomat sono inutilizzabili in giappone, quello che vi servirà saranno delle carte (di credito o prepagate) con circuito rinomato, Visa su tutti.

A questo indirizzo trovate un convertitore che vi permette di calcolare il tasso applicato dal circuito Visa (esclusi eventuali supplementi della banca)

Tornando ai costi, prelevare yen con carta ha un costo che varia in base alla vostra banca/emittente. Nei casi più economici viene praticato un cambio che si discosta del 2% dal valore di mercato, talvolta 4% se usata per prelevare anzichè pagare (ma appunto, verificate con la vostra banca quali sono i costi).

Attenzione in caso di prelievo! L’ATM potrebbe chiedervi se volete effettuare l’operazione di cambio yen-euro tramite la vostra banca o tramite il loro circuito ATM, scegliete sempre la prima opzione, pena l’applicazione di un tasso di cambio a voi sconosciuto finchè non lo scoprirete sul vostro conto.

Un ottima carta Visa gratuita ricaricabile per viaggiare all’estero è Revolut, che è una delle poche al mondo ad applicare un tasso di cambio valuta pressochè adiacente a quello di mercato. Con questa carta, totalmente gratuita, che si attiva in pochi minuti e interamente gestibile via app, non perdereste davvero più nulla in commissioni. Per chi è interessato vi rimando al link ufficiale.

Ricapitolando…

Dove Cambiare Yen Cambio sul prezzo di listino Commissioni extra Consigliato?
In banca (IT) dal 2% (a seconda della banca) solitamente un fisso 8-10 euro, possibile ulteriore % (a seconda della banca) NO !
Money Change In aeroporto (IT-EU) attorno al 10% fisso 2,50-10 euro, possibile ulteriore % NO ! MAI !
Money Change In aeroporto (JP) sul 2% No SI !
Usare direttamente le carte minimo 2-4 % (a seconda della banca) o nulla con Revolut Solitamente no, verificate con la banca Solo in caso di condizioni molto economiche e un circuito famoso. Avrete comunque bisogno di cambiare yen almeno per le prime spese

Detto questo ormai è chiaro dove vi consiglio di cambiare yen.

Ci tengo a ribadire però che non dovete sottovalutare mai la situazione per non rischiare di trovarvi senza soldi, tradotto: non andate li solo con le vostre carte. Cambiate sempre una certa quantità di soldi almeno all’aeroporto di arrivo in Giappone perchè vi serviranno sempre, molti negozi e quasi tutti i posti dove mangiare accettano solo contante.

Ah, mi è capitato di sentir dire che fino a qualche anno fa durante la compilazione del foglietto da lasciare in frontiera all’atterraggio in Giappone per dichiarare eventuali beni preziosi trasportati, venisse chiesto anche con quanto contante si viaggiava e che potessero essere fatte storie a chi atterrava in Giappone senza una quantità di yen sufficiente a potersi muovere da lì, motivo per cui siamo stati portati a cambiare soldi in banca prima della partenza.

A noi a fine 2017 invece non è successo e sul foglietto da compilare non c’era nemmeno più indicazione del contante posseduto, quindi forse hanno cambiato sistema e ora mi sentirei tranquillo a partire con soli euro in tasca e a cambiarli all’arrivo in Giappone. Se ne sapete di più in merito comunque scrivete nei commenti! 🙂

Conoscete altri metodi economici (o non) per cambiare yen? Scriveteli qui sotto! 🙂

Vi è stato utile questo articolo? Condividetelo con gli amici o seguite la pagina facebook ! Vi tiene aggiornati sulle novità e aiuta questo sito a crescere! 🙂


Come valuteresti questo articolo? Lascia un voto! 🙂
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Fabio M.

Lavoro in un aeroporto ma non ho sconti sui voli come tutti pensano 🙂
Mi occupo di informatica e webdesign e quando posso pianifico fughe all'estero o al caldo.


Sharing is Caring! :)

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.