I migliori droni per bagaglio a mano del 2020, anche sotto i 250 grammi!

Negli ultimi mesi mi sono trovato a fare delle ricerche in internet per scovare quale o quali fossero i migliori droni per bagaglio a mano (cioè che possano essere trasportati in aereo facilmente senza per forza necessitare del bagaglio da stiva), con buona qualità video tale da fare riprese nelle proprie destinazioni di viaggio e a un prezzo accessibile anche ai principianti.

Detta così, questa ricerca di droni per bagaglio a mano sembra semplice ma non lo è per nulla vista l’esplosione di modelli a basso prezzo (ma anche dalle basse caratteristiche), cloni cinesi di droni più famosi, droni compatti ma con recensioni pessime oppure droni troppo grandi.

Droni in aereo

Per trasportare i droni in aereo esistono delle restrizioni, talvolta differenti a seconda della compagnia aerea (infatti vi consiglio sempre di verificare sul sito della compagnia i dettagli prima di partire).

Non essendo questo l’argomento della guida però, riassumerò dicendo che il trasporto di droni in aereo è normalmente permesso ma le batterie devono essere necessariamente trasportate nel bagaglio a mano, mai in stiva (talvolta anche non più di una o due a seconda della compagnia).

Batterie a parte, il drone in aereo poi può essere trasportato indifferentemente sia in cabina sia in stiva, chiaramente dovrete prendere le giuste precauzioni per evitare che si rompa durante il trasporto: imballaggi adeguati, zainetti appositi, smontaggio delle eliche, ecc.

Se siete abituati a viaggiare solo col bagaglio a mano e il drone non è la vostra prima ragione del viaggio tutto ciò diventa abbastanza uno sbattimento, no? Per chi non ha esigenze di girare video altamente professionali sarebbe bello avere un piccolo drone per bagaglio a mano che non occupi troppo spazio e riduca i pensieri! 🙂

Ecco perchè dopo aver analizzato decine di droni compatti ho deciso di scrivere questa guida in cui vi espongo tre modelli di droni per bagaglio a mano in una fascia di prezzo intermedia tra 130 e 400 euro che ritengo di buona qualità.

Caratteristiche dei droni per bagaglio a mano selezionati

In particolare, i droni per bagaglio a mano che vi presento in questa guida rispondono come minimo a questi requisiti:

  • Questi droni per bagaglio a mano dovrebbero essere facilmente trasportabili nel bagaglio a mano, se non addirittura nella borsa piccola che molte compagnie aeree offrono gratuitamente;
  • avere un prezzo accessibile in particolare per principianti, quindi tra i 130 e i 400 euro, a seconda di modello e accessori selezionati;
  • che siano sufficientemente piccoli per non avere problemi in aeroporto ma che allo stesso tempo abbiano una decente autonomia di volo;
  • che montino una telecamera in grado di registrare video non necessariamente professionali ma almeno di buona qualità utilizzabili per video ricordo, social o simili…
  • …e non che registrino video sfocati, sgranati o che vibrano come invece succede con il 99% dei droni compatti sul mercato sotto i 150 euro, nonostante le eclatanti risoluzioni dichiarate;
  • che supportino la funzione FPV, cioè che permettano di vedere in diretta sul proprio smartphone cosa sta inquadrando il drone durante il suo volo, in modo da girare video consapevoli e non totalmente a caso.

Se vi riconoscete in questi requisiti e anche voi state cercando un drone compatto da portare in aereo, continuate a leggere, vi risparmierete mesi di ricerche e di analisi di recensioni! 🙂

Droni compatti ma di qualità

DJI Mavic Mini

Iniziamo la lista dei droni per bagaglio a mano da questo quadricottero che pesa meno di 250 grammi (249 grammi per l’esattezza) che sarà probabilmente il drone più venduto dell’anno 2020. Cerco di spiegarvi il perchè in modo più sintetico possibile.

Vantaggi DJI Mavic Mini

Avrete forse sentito parlare del nuovo regolamento ENAC sul volo dei droni in vigore da dicembre 2019, che lascerà poi il posto a giugno 2020 ad un nuovo regolamento europeo definitivo che sancirà le norme di volo per tutti i droni, sia per uso professionale che per hobby.

Non scendo troppo nei dettagli di questo nuovo regolamento altrimenti l’articolo diverrebbe infinito: per chi volesse approfondire trovate in internet numerose trattazioni e opinioni a riguardo. Vi avviso già che allo stato attuale ci sono più dubbi che certezze, dato che il regolamento stesso ha ancora delle aree poco chiare.

La cosa che qui interessa sapere è che ora con il nuovo regolamento, sia che voliate per hobby due volte all’anno per mezz’ora, sia che usiate droni per lavoro ogni giorno, sarete costretti a:

  • Fare una registrazione online del proprio drone (a pagamento, costi e procedure non ancora chiari al momento attuale);
  • Fare uno o più esami online a seconda del modello di drone (a pagamento);
  • Avere un’assicurazione per il drone (che significa che chi vola mezz’ora all’anno si trova a pagare più di un’euro al minuto se tutto va bene);
  • Installare un transponder sul proprio drone, cioè una sorta di targa, che lo renda sempre riconoscibile anche a distanza, trasmettendo i dati del drone e del proprietario (apparentemente con un costo annuale).

Se non avete già scomodato i santi, giunti a questo punto della lettura avrete sicuramente notato che ora tenere un drone diventa come tenere un’automobile.

Perchè questa premessa se stavamo parlando del DJI Mavic Mini? Perchè per sfuggire all’incredibile salasso appena descritto, l’unica speranza (il regolamento allo stato attuale infatti non è ancora chiaro in merito) è possedere un drone che pesi meno di 250 grammi, per il quale apparentemente servirà “solo” l’assicurazione e la registrazione online.

Il problema è che il mercato attuale dei droni che pesano meno di 250 grammi è molto scarso, infatti la quasi totalità dei modelli disponibili registra video di pessima qualità, rendendoli di fatto dei giocattoli.

L’unico drone sotto i 250 grammi all’inizio del 2020 ad avere delle buone caratteristiche e una buona qualità video è proprio il DJI Mavic Mini. Uscito da appena un paio di mesi dalla famosa casa madre degli altri rinomati modelli Mavic, questo drone al momento non ha concorrenti.

Caratteristiche DJI Mavic Mini

Il DJI Mavic Mini pesa 249 grammi, è l’unico a disporre di gimbal a 3 assi su questa fascia di peso (cioè lo stabilizzatore della videocamera), che accoppiato alla fotocamera da 2,7K è in grado di fornire degli ottimi video anche per uso semi professionale, senza bisogno di postproduzione.

Ha una batteria che riesce a garantire una durata di volo di 25-30 minuti (che è un’eternità per un drone), ed ha i bracci delle eliche ripiegabili, in modo tale che chiuso su sè stesso misura solo 140×82×57 mm: potrebbe perfino stare in tasca.

droni per bagaglio a mano sotto i 250 grammi: DJ Mavic Mini

Questo fa del DJI Mavic Mini un ottimo drone per bagaglio a mano. Dispone di motori brushless, GPS per un volo più stabile e preciso, permettendo di rimanere fermo in aria senza andare alla deriva, sensori orientati verso il basso per un migliore atterraggio.

Svantaggi DJI Mavic Mini

Gli svantaggi di questo ottimo drone per bagaglio a mano sono davvero pochi. Per 399 euro non si era mai vista finora così tanta qualità.

L’unica pecca di questo drone è la mancanza della funzione Follow me (per seguirci nelle riprese mentre camminiamo o corriamo). C’è che dice sia stata volontariamente tolta per non fare troppa concorrenza ai modelli superiori di Mavic e chi invece dice che non sia possibile per mancanza di potenza di elaborazione: quest’ultima ipotesi sembra poco probabile dato che sono attive le funzioni Orbit e Drownie che tracciano similmente la presenza della persona per mantenerla al centro dell’inquadratura.

Non ci sono poi i sensori laterali anticollisione, ma per chi è già pratico di volo credo che non sarà un grosso problema. Peso e dimensioni ridotte infine lo rendono meno resistente a colpi di vento o ad atterraggi su superfici non perfettamente in piano.

Prezzi DJI Mavic Mini

Questo drone per bagaglio a mano si trova in vendita in due configurazioni:

  • La configurazione base, con drone, controller e 1 batteria (oltre ai classici cavetti ed eliche di scorta) a 399 euro qui;
  • La configurazione “Fly More Combo” con 3 batterie, borsetta per il trasporto, ulteriori eliche di scorta e caricatore simultaneo a 499 euro.
  • Se non vi interessa l’intero pacchetto Fly More Combo ma vi basta solo una borsetta ne trovate di completamente imbottite sui 25 euro o se portate il drone nel bagaglio a mano per ridurre al minimo gli ingombri trovate le due custodie compatte per drone e controller.

Consiglio quindi questo drone per bagaglio a mano a chi accetta di spendere qualcosa in più ma non vuole complicazioni nel trasportarlo (basta piegarlo e via!), e a chi non vuole avere troppi grattacapi con i nuovi regolamenti del 2020.

 

MJX Bugs 5W o JJpro X5 Epik

Perchè ora ho menzionato 2 droni diversi? Perchè questi due droni che si trovano tra i 130 e i 150 euro, pur distribuiti con nomi diversi da aziende differenti sono in realtà praticamente identici se non nell’estetica! 🙂

Con questo non garantisco che gli accessori siano intercambiabili l’uno con l’altro, ma diventa abbastanza indifferente quale dei due acquistate, magari in occasione di una offerta speciale! Da qui in avanti mi riferirò al singolare parlando di questi due droni, in particolare al MJX Bugs 5W che ho posseduto per circa un anno.

Questo drone compatto non è ripiegabile, quindi è leggermente meno pratico rispetto al Mavic Mini per quanto riguarda il trasporto in un piccolo bagaglio, seppur non sia una cosa impossibile, misurando 30x28x10 cm. Il peso è di circa 400 grammi, rendendolo quindi soggetto a tutti gli obblighi previsti dal nuovo regolamento sui droni. Presenta invece un aspetto più “aggressivo” rispetto al Mavic Mini.

droni per bagaglio a mano - droni compatti con buona videocamera
Sopra il Bugs 5W e sotto il JJPro X5

Vantaggi MJX Bugs 5W

Il vantaggio di questo drone sta nel fatto di avere un prezzo inferiore (tra i 130 e i 150 euro), un maggiore tempo di presenza sul mercato rispetto al precedente quindi è già testato e approvato da parecchi acquirenti, un maggior numero di ricambi al momento disponibili in vendita online e gli accessori forniti al momento dell’acquisto.

L’autonomia di volo è di circa 15 minuti reali, forse il più longevo tra i droni in questa fascia di prezzo. Dall’altro lato però la ricarica con il caricatore originale è un po’ lenta richiedendo 3 ore: per questo motivo si trova spesso in vendita con 2 o addirittura 3 batterie le quali, anche se acquistate separatamente costano sui 20-25 euro l’una.

Questo drone presenta videocamera Full HD 30 fps, con obiettivo inclinabile da remoto, motori brushless, GPS, connessione wifi a 5GHz, funzioni follow me, orbit e le classiche di auto atterraggio in caso di batteria scarica, headless mode.

Il drone inoltre può essere pilotato anche senza smartphone con il solo utilizzo del controller (non vedrete però l’immagine in diretta) e il controller è reattivo fino ad una distanza di 500-600 metri, più dei circa 200 metri di collegamento wifi con lo smartphone per vedere l’FPV, quindi il rischio di perderne il controllo è pari a zero.

Un altro vantaggio di questo drone sul precedente è la presenza di ottime zampe che ne rendono più facile il decollo e l’atterraggio su vari superfici, a differenza del Mavic mini che ha delle zampette molto più piccole.

Svantaggi MJX Bugs 5W

Lo svantaggio principale di questo drone consistono sostanzialmente dalla mancanza del gimbal (inesistente su tutti i droni di questa fascia di prezzo), di conseguenza di video registrati hanno bisogno di postproduzione per essere stabilizzati, a meno che non voliate in una giornata perfetta priva di vento e senza bruschi cambi di direzione.

Il drone poi non presenta sensori anticollisione e, purtroppo, pesa più di 250 grammi quindi ne derivano tutti gli obblighi previsti dai nuovi regolamenti.

A chi consiglio questo drone per bagaglio a mano? Lo consiglio a chi vuole spendere meno o si trova alle prime armi e preferisce imparare bene a pilotarlo prima di passare a droni di fascia superiore.

Prezzi MJX Bugs 5W

Ecco dove potete acquistare questi due droni:

  • Amazon : MJX Bugs 5W tra i 145 euro e 185 euro a seconda del numero di batterie, da 1 a 3 (per 15 minuti di volo ciascuna!) ed eventuale zainetto. Oppure JJpro X5 Epik dai 150 euro in su: Amazon consigliato come sempre a chi preferisce tempi di consegna veloci e zero pensieri in caso di necessità di restituzione/assistenza.
  • Gearbest : MJX Bugs 5W oppure JJpro X5 Epik : in caso di sconti può arrivare anche attorno ai 100 euro. Consiglio di scegliere la spedizione Priority Line che al 99% non è soggetta a tasse doganali e di aggiungere in fase di pagamento la spunta per eventuali restituzioni a indirizzo europeo pagando circa 2 euro in più.

Eco una videorecensione del MJX Bugs 5W: per vedere la qualità video saltate ai minuti 12:25 o 14:00 !

Ed una del JJpro X5 Epik (a 13:20 la Orbit mode in funzione) :

 

Per finire, ecco una tabella comparativa per capire qual è il vostro preferito tra questi 3 (o 2?) migliori droni per bagaglio a mano!

 

DJI Mavic Mini

399 € o 499€ per il pacchetto combo

droni per bagaglio a mano sotto i 250 grammi: DJ Mavic Mini

MJX Bugs 5W  –  JJPro X5 Epik

si trovano tra 100 e 185 € (link sopra)

droni per bagaglio a mano - droni compatti con buona videocamera

Caratteristiche:
videocamera 2,7K (registra 2,7K a 30fps o Full HD a 60 fps)
FPV
Motori brushless
GPS
Smartphone e controller necessari per volo
Funzioni drownie, orbit, e classiche funzioni decollo/rientro auto.
Ripiegabile misura 140×82×57 mm da chiuso,
Tempo di carica 2 ore,
Tempo di volo circa 25-30 min,
Paraeliche nel Fly More Combo.
Caratteristiche:
videocamera Full HD 1920×1080 30 fps
FPV
Motori brushless
GPS
Volo anche senza smartphone
Funzioni seguimi, orbit, POI, headless mode e classiche funzioni decollo/rientro auto.
Non ripiegabile, misura 300 x 280 x 95 mm,
Tempo di carica 3 ore,
Tempo di volo circa 15 min,
Privo di protezione per le eliche
(acquistabili come accessorio).
Pro:
Video stabili ad ottima qualità
Ottimo tempo di volo
Ripiegabile in un attimo e ultracompatto
Drone sotto i 250 grammi
Pro:
Ottimo tempo di volo
Parecchi accessori già sul mercato
Prezzo molto basso
Più resistente al vento non eccessivo
Contro:
Prezzo maggiore
Manca il follow me
Dato il peso è meno resistente al vento
Contro:
Meno compatto per trasportarlo in aereo
Carica lenta con il caricatore originale
Non stabilizzato
Più grattacapi col nuovo regolamento droni

Vi è stata utile questa guida? Condividetela con gli amici o seguite la pagina facebook ufficiale! Aiuterà il sito a crescere 🙂

Sharing is Caring! 🙂

Come valuteresti questo articolo? Lascia un voto! 🙂
[Voti: 1    Media Voto: 5/5]

Cerchi attività da fare in zona?

Fabio M.

Lavoro in un aeroporto ma non ho sconti sui voli come tutti pensano :) Mi occupo di informatica e quando posso pianifico fughe al caldo.
Spesso prima di un viaggio si perde tanto tempo in ricerche a volte fuorvianti. Always On Board nasce con lo scopo di farvi trovare tutto ciò di cui avete bisogno in un solo sito web, dagli alloggi alle mappe, dalle cose da visitare ai tranelli da evitare (Disclaimer). Scopri l'ispirazione del sito.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.