Lio Maggiore in bici: traccia GPX, cosa vedere – itinerari in Veneto

Il Lio Maggiore è un’area che si sviluppa nel bel mezzo dell’estremità orientale della laguna di Venezia, inserita nella natura e buona per un itinerario in bici.

Il Lio Maggiore infatti è raggiungibile tramite una sola strada di sassi che dalle vicinanze di Jesolo Paese si addentra nella laguna.

Se avete già visitato il Lio Piccolo e siete ansiosi di ripetere un’esperienza simile devo però farvi un piccolo spoiler: visitare il Lio Maggiore è meno emozionante dal punto di vista paesaggistico e nel corso di questa guida vedremo perchè. E’ comunque ottimo per un giro in bici nella natura e nel silenzio!

Vediamo quindi un semplice itinerario di meno di 20km per visitare l’area del Lio Maggiore in bicicletta: vi indico inoltre dove parcheggiare se arrivate in auto con bici al seguito e sul fondo della pagina potete scaricare anche la traccia GPX per il vostro giro.

Lio Maggiore in bici – Mappa del percorso

Lio Maggiore : Traccia GPX e Traccia KML

Scaricate la traccia GPX o la traccia KML per il vostro navigatore con l’itinerario al Lio Maggiore qui descritto, con punto di partenza al parcheggio gratuito indicato nella mappa.

Dove parcheggiare per arrivare al Lio Maggiore

Se arrivate in auto con le bici al seguito vi conviene parcheggiare presso il parcheggio gratuito alle spalle del comune di Jesolo, indicato con la P blu nella mappa qui sopra, (zoomando vicino al punto di partenza “A”).

Da quell’area infatti, procedendo verso l’inizio del viale del Lio Maggiore non troverete più altre aree dove poter lasciare l’auto, complice anche la strada stretta.

Se invece siete avvezzi alle lunghe percorrenze potete arrivare al Lio Maggiore direttamente in bici tramite le altre piste ciclabili che lo collegano con Caposile o Jesolo.

Percorso per raggiungere il Lio Maggiore

Partendo dall’area di parcheggio salite quindi in sella e partite lungo il tragitto blu: i primi 3 km circa sono su una comune strada asfaltata, fino a giungere all’inizio di via Lio Maggiore dove comincia il vero percorso sulla strada di sassi.

Si tratta di una strada pressochè tutta dritta e, nel primo kilometro almeno, costeggerete un canale e alcuni campi coltivati. Se non piove da un po’ di tempo, se passa qualche auto solleverà un polverone: valutate di fermarvi un attimo a respirare.

via Lio maggiore
Il primo tratto di strada di via Lio Maggiore

Successivamente la vegetazione si farà più fitta e, purtroppo, per 4-5 km non riuscirete a scorgere alcun tratto di laguna nonostante si trovi a poche decine di metri da voi.

Per una buona parte del percorso vi troverete a vedere esclusivamente vegetazione delimitata da reti con cartelli di proprietà private, divieti di accesso e avvisi di zona videosorvegliata a protezione delle aziende faunistico-venatorie e delle aree private che circondano la strada.

Alcune di queste vi faranno sentire un po’ nel medioevo, nel vedere quanto una singola proprietà privata possa a tutt’oggi comprendere interi immensi settori di una laguna.

percorso del lio maggiore
La vegetazione domina il tratto centrale del percorso

Dopo circa 5 km lungo il viale di Lio Maggiore, la vegetazione e le proprietà private cominceranno a diradarsi e tornerete a vedere la luce, nonchè qualche sporadica panchina. Alla vostra sinistra prenderà forma un piccolo argine oltre il quale, finalmente, riuscirete a scorgere la laguna.

Alla fine della strada arriverete in corrispondenza dell’agriturismo La Barena, l’unico agriturismo presente in quest’area.

Questa è sicuramente l’area più bella dell’itinerario: potrete fare la vostra pausa, salire sull’argine che separa la strada del Lio Maggiore dalla laguna e sedervi a osservare il panorama su una delle curiose sedie e panchine presenti.

In questo ultimo tratto di percorso, di fronte alla laguna, troverete anche alcune targhe riportanti informazioni storiche relative all’importanza strategica di queste zone in difesa del nemico durante la prima guerra mondiale.

Vista sulla laguna
Vista sulla laguna dal tratto finale di via Lio Maggiore, davanti l’agriturismo

Tutt’attorno all’agriturismo infine, c’è un piccolo parco con qualche panchina (che sarebbe poi il parcheggio) e un brevissimo camminamento che dall’argine scende proprio nel mezzo della laguna dove attraccano le barche: lo trovate indicato in giallo nella mappa in alto (zoomate vicino al punto “B” per vederlo). Vi consiglio di fare due passi qui in particolare se le acque sono tranquille, potrete vedere numerosi granchietti che si muovono.

Giunti a questo punto, non vi resta che tornare sulla via del ritorno, oppure (prenotando in anticipo) provare l’attraversamento in barca o in kayak!

Attraversamenti tra Lio Piccolo, Lio Maggiore e Cavallino

Se vi imbattete in qualche mappa delle piste ciclabili disseminate un po’ ovunque per Jesolo e dintorni (visibile anche a questo link), noterete che tra le aree di Lio Piccolo, Lio Maggiore e Cavallino sono disegnati degli attraversamenti dello stesso colore dei percorsi ciclabili, che potrebbero farvi supporre l’esistenza di un percorso ciclabile tale da completare l’intero anello.

Non fatevi ingannare: i collegamenti tra le tre località citate, sebbene nella mappa non sia chiaro, non consistono in percorsi ciclabili ma sono dei tragitti in barca che si possono effettuare solo su prenotazione. Se pensavate di percorrere l’intero anello in bici vi attende un’amara sorpresa.

Le traversate in barca, che permettono di portare a bordo anche la bici, sono disponibili solo nei mesi più caldi dell’anno e sono effettuate da Albatros o da Blue Dream (se ne scoprite altre fatelo sapere nei commenti!) e hanno un costo tra i 10 e i 15€.

Esistono anche dei tour in kayak che da Lio Piccolo vanno a Lio Maggiore o viceversa, di cui però non trovo riferimenti in internet. Se potessero interessarvi potete provare a chiedere informazioni al ristorante Il Notturno (Lio Piccolo) o all’agriturismo La Barena (Lio Maggiore) che si trovano in prossimità dei punti di partenza di tali tour.

Per finire, se foste interessati a girare più di qualche giorno per i numerosi percorsi ciclabili dell’area (come ad esempio il più entusiasmante Lio Piccolo) e decidete di soggiornare nei dintorni, qui trovate le zone migliori dove alloggiare a Jesolo.

Vi è piaciuto questo tragitto? Fatelo sapere nei commenti! 🙂

Come valuteresti questo articolo? 🙂
[Voti: 1 Media: 5]

Cerchi attività da fare in zona?

Fabio M.

Lavoro in un aeroporto ma non ho sconti sui voli come tutti pensano :) Mi occupo di informatica e quando posso pianifico fughe al caldo.
Spesso prima di un viaggio si perde tanto tempo in ricerche a volte fuorvianti. Always On Board nasce con lo scopo di farvi trovare tutto ciò di cui avete bisogno in un solo sito web, dagli alloggi alle mappe, dalle cose da visitare ai tranelli da evitare (Disclaimer). Scopri l'ispirazione del sito.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.