Dove alloggiare a Tokyo per non sbagliare

Dove conviene alloggiare a Tokyo? Una domanda che come per ogni viaggio ci si pone ma che a Tokyo, più che altrove, è di fondamentale importanza per non rischiare di rovinare la propria vacanza.

Premessa

Prima di capire dove conviene alloggiare a Tokyo a seconda dei vostri gusti e delle vostre necessità, c’è una doverosa premessa da fare sulla città di Tokyo.

Per scegliere dove alloggiare a Tokyo potreste essere indotti a pensare “vicino al centro così posso uscire a piedi”, come capita di fare in altre città.

Ecco, questo ve lo potete già dimenticare, in quanto Tokyo non ha un vero e proprio centro e non è nemmeno una città, anzi è un agglomerato di svariate città diverse che superano i 9 milioni di abitanti.

La dimensione dell’area più “interna” di Tokyo, che potremmo definire come quella che sta all’interno del cerchio della Yamanote Line, è talmente vasta che perfino guardando la mappa avrete l’impressione che per attraversare un paio di incroci ci si impieghi 2 minuti mentre in realtà c’è da camminare per due km. Quando guardate la mappa di Tokyo quindi tenete sempre un occhio sul “righello”.

La conseguenza di tutto ciò è che al di là della zona scelta per alloggiare a Tokyo camminerete un sacco, anche senza volerlo, perché nonostante i mezzi pubblici di Tokyo siano assolutamente puntuali, precisi e vi portino ovunque grazie alle svariate linee e fermate, le distanze sono appunto elevate.

Anche le stesse fermate della metropolitana sono talvolta grandi come aeroporti, vi troverete a percorrere anche 500-800 metri dalle scale di ingresso fino alle porte del mezzo (non so se ho fatto più km sopra o sotto terra! :lol:).

Potrebbe interessarti anche: Le usanze e abitudini giapponesi che devi conoscere

Requisiti del luogo dove alloggiare a Tokyo

Qualsiasi sia la zona che scegliete per alloggiare a Tokyo, i primi due requisiti irrinunciabili dell’area dove soggiornerete sono questi:

  • deve trovarsi vicino a una fermata della Tokyo Metro (possibilmente una dove passano più linee) o della Yamanote Line, per non essere troppo isolati o perdere troppo tempo in spostamenti;
  • a meno che la sera non vogliate fare gli eremiti, dovrete alloggiare a Tokyo in un’area dove ci sia un po’ di vita serale; e non intendo necessariamente una frenetica vita notturna ma almeno la presenza di qualche ristorante, bar/pub, o almeno qualche minimarket (ad es. i 7Eleven) per le principali necessità, in quanto in alcune zone residenziali più tranquille potreste vedervi chiudere tutto già sulle 6-7 del pomeriggio. Inoltre ricordate che la metro chiude attorno alle 11 di sera, quindi se contate di fare vita notturna, prendete l’alloggio già vicino a dove vorrete andare a far tardi!

Dopodichè, altri requisiti variano a seconda dei vostri gusti, ma questi li vediamo fra poco parlando di ciascuna zona. 🙂

Le zone migliori per alloggiare a Tokyo

Shinjuku

Shinjuku è probabilmente la zona più indicata per alloggiare a Tokyo, e può accontentare i gusti di tutti.

L’area di Shinjuku è consigliatissima a chi si sposta spesso, grazie alle svariate fermate di metro, treni e Yamanote che si trovano nell’area. A Shinjuku si trova ogni tipo di servizio, ristorante, bar o pub e vi si trova un buon numero di market e minimarket.

Pur essendo una zona molto gettonata rimane comunque molto vivibile e godibile anche girando a piedi perché il traffico stradale è davvero scarso, come del resto in tutta Tokyo.

dove alloggiare a Tokyo - Shinjuku
Una via di Shinjuku vista dal decimo piano

La zona di Shinjuku è indicata per alloggiare a Tokyo anche a chi vuole uscire la sera grazie alla presenza di ogni tipo di attrazione e delle famose zone di Kabukicho e Golden Gai, sulle quali apro una parentesi.

Kabukicho è definito il quartiere della “movida” di Tokyo, o talvolta il quartiere a luci rosse; uso le virgolette perché in realtà non è una zona così selvaggia come potremmo pensare (del resto Tokyo è probabilmente la città del suo calibro più sicura e diligente al mondo, quindi anche la zona selvaggia è un po’ più pacata 😀 ).

dove alloggiare a Tokyo - kabukicho - shinjuku
Uno degli ingressi al quartiere di Kabukicho. Un occhio attento potrà riconoscere Godzilla di guarda in cima a un palazzo in fondo.

In realtà a Kabukicho non aspettatevi grandi discoteche o cose simili. La vita notturna della zona è data maggiormente dai Pachinko, cioè dei locali dove si gioca a una specie di flipper in stile slot machine (riconoscibili dal fatto che da fuori sembrano silenziosi e appena si apre la porta in vetro ne esce un baccano assordante e costante), oppure da qualche bar, qualche “love hotel” e qualche ragazza cinese (non giapponesi) che gira a chiedervi se siete interessati a prestazioni particolari fuori da locali dalla dubbia affidabilità.

Il Golden Gai invece è un piccolo quartiere (anzi, più una coppia di vicoletti) costellato di bar e reso famoso proprio come destinazione per andare a bere o conoscere gente. In realtà trovo che sia più una trappola per turisti che altro e non lo consiglio particolarmente, se non per una passeggiata, visto che in quasi tutti i piccoli bar del Golden Gai si paga l’ingresso (sugli 8-10 euro) oltre ai drink separatamente, quindi farsi spennare è questione di attimi.

Vicoli del Golden Gai
Un vicoletto del Golden Gai quando non è frequentato

Chiusa questa parentesi sugli unici due quartieri un po’ meno “ordinati” di Tokyo, mi sento di dire che tutto il resto della città è assolutamente sicuro (inclusa Shinjuku), al punto che si potrebbe girare giorno e notte col portafogli in mano senza alcun rischio.

Potrebbe interessanti anche: Dove conviene cambiare gli Yen

Quello che consiglio invece è di girare nella zona di Shinjuku al di fuori di quei due quartieri, perché ci sono un sacco di pub e ristoranti anche molto belli. Il problema spesso è vederli, in quanto molti sono nascosti dietro una piccola porta o il loro ingresso si trova al secondo (o settimo) piano di qualche palazzo che da fuori sembra solo un complesso di uffici. 

Date quindi uno sguardo a internet per scovarli e ricordate che a Tokyo bisogna sempre guardare in alto, visto che le insegne dei locali sono spesso appese ai palazzi all’altezza del piano in cui si trovano! 😀

A Shinjuku infine si trova anche il palazzo del governo, uno degli edifici più alti della capitale giapponese, dove è possibile salire gratuitamente all’ultimo piano per godere di una infinita vista sulla città: ve ne parlo più in dettaglio in questa guida agli osservatori.

Un aspetto non banale di Tokyo è che, nonostante la grande urbanizzazione, resta ancora molto spazio per grandi parchi, pieni di alberi antichi e maestosi, distribuiti in quasi tutte le zone della città. Un esempio nell’area di Shinjuku è il Yoyogi Park, visibile dall’alto del palazzo del governo, che visto così sembra piccolo ma in realtà misura quasi 2 km di diametro.

Yoyogi Park
Il polmone verde è Yoyogi Park. Sembra piccolo…ma non lo è!
Se volete alloggiare a Tokyo nella zona di Shinjuku, a questo link trovate tutte le disponibilità. Ne segnalo alcuni tra i più comptetitivi e vicini alla stazione:

  • Book and Bed: un hotel abbastanza singolare con interni in stile “libreria”, bagni in comune, wifi gratis, uno dei più economici della zona;
  • Hotel Siena: un 3 stelle relativamente economico all’interno della zona di Kabukicho;
  • APA Hotel: un buon 3 stelle in zona Shinjuku-Gyoenmae a pochi metri da una fermata secondaria della metro, con wifi, SPA, parcheggio, ristorante;
  • Hotel Sunroute Plaza Shinjuku: un 4stelle in un palazzo vicino alla stazione ad un prezzo davvero competitivo;
  • The Knot Tokyo Hotel: hotel con vista sulla zona dei palazzi governativi di Shinjuku, che talvolta offre sconti competitivi.

Shibuya

Shibuya è un’altra zona molto completa per alloggiare a Tokyo simile a Shinkuju, con la quale confina.

Pur essendo leggermente più piccola di Shinjuku, e con una stazione ferroviaria più modesta, anche Shibuya è ben servita da metro, Yamanote e da servizi di ogni genere.

A Shibuya non mancano numerosi centri commerciali, l’incrocio più trafficato (dai pedoni!) e fotografato al mondo, alcune discoteche sparse qui e lì che in effetti mancavano a Shinjuku. Se volete approfittare della vita notturna nei club della zona di Shibuya, vi conviene alloggiare infatti direttamente qui, altrimenti sarete costretti a spostarvi con qualche taxi, non proprio economico, a fine serata.

Potrebbe interessarti anche: Quanto costa un viaggio a Tokyo?

dove alloggiare a Tokyo - Shibuya
L’incrocio più fotografato e trafficato di Tokyo, a Shibuya, in un momento abbastanza tranquillo 🙂

Anche Shibuya quindi è una buona zona dove alloggiare a Tokyo per i gusti di tutti, budget permettendo, gli alloggi sono infatti un pelo più costosi rispetto a Shinjuku.

Se vi piace Shibuya per alloggiare a Tokyo, qui trovate gli alloggi disponibili. In particolare segnalo i seguenti, nel cuore di Shibuya e non troppo lontani dalla stazione:

  • Hotel Unizo: hotel di buon livello con camere moderne, bagno privato, wifi gratis, ristorante, a 600 metri dalla stazione;
  • Shibuya Granbell Hotel: hotel 3 stelle con camere molto curate in stile occidentale, wifi gratis, possibilità di servizio in camera, bar, ristorante, a 4 passi dalla stazione;
  • Tokyu REI Hotel: un altro 3 stelle simile ai precedenti, tra i meno costosi se riuscite a trovarlo libero;
  • Hotel Sunreon: questo è un love hotel (leggete i prossimi paragrafi per capire cos’è) e non ha recensioni molto alte ma se siete alle strette col budget potreste fare un tentativo;
  • Stream Excel Tokyu: un 4 stelle che dispone anche di palestra, a 4 passi dalla stazione e ad un prezzo tutto sommato non troppo lontano dai precedenti;

Asakusa?

Un’altra zona famosa di Tokyo è Asakusa, nota principalmente per il Sensoji Temple e il viale che lo precede, costituito da una lunga serie di stand con prodotti e ornamenti tipici, i quali tutti assieme sono diventati un’importante attrazione turistica. In realtà di sera non c’è molta vita da queste parti e oltre al Tempio (che merita senz’altro una visita) non c’è poi molto altro nei dintorni; può valere la pena alloggiare ad Asakusa se trovate offerte davvero convenienti, altrimenti è un posto come un altro.

Se volete alloggiare a Tokyo nella zona di Asakusa, qui trovate tutti gli alloggi disponibili. Quando ci passerete a far visita, non dimenticate anche di assaggiare un melonpan!

 

Le strutture per alloggiare a Tokyo

Alloggiare a Tokyo in hotel

Alloggiare a Tokyo in hotel è probabilmente l’opzione più intuitiva, a patto che sappiate che le stanze di hotel sono tipicamente molto piccole (7-9 metri quadri sono considerati una grande stanza) e solitamente ospitano 1 o 2 persone per stanza al massimo.

Prestate attenzione anche al tipo di letti, in quanto vi possono facilmente capitare delle stanze in stile più giapponese che occidentale, con i letti che sono in realtà dei materassi a terra (o futon). Se questo tipo di letti non vi ispira controllate quindi bene le foto o le descrizioni dell’alloggio che prenoterete. Altra cosa che vale la pena di controllare nelle foto sono le dimensioni del bagno, in particolare se siete alti (o larghi), in alcuni hotel e pure in alcuni appartamenti il bagno sembra letteralmente il vano di un armadio.

Alloggiare a Tokyo in hotel, purtroppo, è anche abbastanza costoso, si parla di un minimo di 60 euro per notte per persona senza considerare i periodi di punta.

Alloggiare a Tokyo in un appartamento con Airbnb

Sebbene io non sia un amante di Airbnb e simili, per alloggiare a Tokyo questa è probabilmente la soluzione più economica se viaggiate almeno in due.

Cercando un appartamento a Tokyo avrete la possibilità di spendere un po’ meno rispetto all’hotel e di trovare più facilmente sistemazioni in zone più centrali e comode per gli spostamenti.

Il consiglio principale in questo caso (oltre al già citato controllo di letti e bagno) è di cercare di avere una conversazione con il proprietario per essere certi di comprendersi e farsi lasciare un contatto in caso di problemi, visto che spesso chi affitta su Airbnb non vive nemmeno nei dintorni (a me è capitato uno che viveva a Singapore e non voleva lasciarmi un numero!) e lascia chiavi e istruzioni in cassette della posta con codici o combinazioni.

Se trovate appartamenti interessanti su Airbnb usufruite anche di questo sconto di 25 euro sulla prenotazione!

Alloggiare a Tokyo in un love hotel

I “love hotel”, abbastanza semplici da trovare a Tokyo, potremmo paragonarli generalizzando un po’ a degli alberghi a ore. I love hotel sono appunto hotel dove è possibile soggiornare sia per poche ore che per più giorni e sono più orientati, nella struttura e nei servizi disponibili, a chi ci va per passare un po’ di intimità.

In alcuni di essi addirittura non c’è nemmeno personale umano alla reception ma solo una macchina che gestisce check-in e consegna delle chiavi. Nelle stanze vi si trovano ad esempio particolari set da bagno, da letto, dvd con video particolari, e quant’altro a tema la sola fantasia giapponese riesce a concepire.

La parte interessante dei love hotel è che generalmente costano meno degli hotel normali, quindi se ne trovate qualcuno a prezzi inferiori della media e non vi imbarazzate al concetto, potrebbero essere un’ottima soluzione per alloggiare a Tokyo salvaguardando il budget.

Alloggiare a Tokyo nei Capsule Hotel

A Tokyo, come nel resto del Giappone, esiste una ulteriore possibilità per alloggiare risparmiando qualcosa, adeguata però solo a coloro che non soffrono di claustrofobia: i Capsule Hotel.

Come potrebbe avervi già suggerito il nome, i capsule hotel sono sostanzialmente composti da un letto, o meglio un materasso, infilato in una “capsula” all’interno di una parete (se lo chiamo loculo è troppo brutto?). Quella è la vostra intera camera e il vostro spazio a disposizione, oltre ovviamente ai bagni condivisi.

Se volete farvi un’idea migliore di come sono i capsule hotel vi consiglio di dare un’occhiata a questo video.

Consiglio di alloggiare a Tokyo in un capsule hotel solo a chi si adatta a tutto e ha la necessità di risparmiare sul budget; i capsule hotel si possono trovare mediamente a metà prezzo rispetto a un hotel normale (quindi partendo dai 30 euro a notte salvo periodi di punta).

 

Bene, ora che sapete tutto su dove conviene alloggiare a Tokyo, prima di partire non dimenticate di stipulare un’assicurazione viaggio; sarete fuori dall’Europa quindi in caso di necessità ne avrete bisogno! Se non sapete da dove partire qui vi do qualche consiglio sulle assicurazioni.

Vi è piaciuto questo articolo? Allora condividetelo e aiutatemi a far crescere il sito seguendo la pagina facebook! Vi permetterà di rimanere aggiornati ad ogni nuovo articolo sul Giappone! 🙂


Come valuteresti questo articolo? Lascia un voto! 🙂
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Sharing is Caring! :)

Fabio M.

Lavoro in un aeroporto ma non ho sconti sui voli come tutti pensano :) Mi occupo di informatica e quando posso pianifico fughe al caldo.
Questo sito nasce con l'intento di raggruppare in un solo posto tutte le informazioni necessarie prima di partire, spesso difficili da trovare. Scopri di più

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.