Cosa visitare a Gran Canaria – itinerario in 4/7 giorni

In questa guida vi andrò a elencare tutte le maggiori attrazioni da visitare a Gran Canaria, combinabili in una vacanza da 4 a 7 giorni di durata, la cui variabilità dipende principalmente da quanto amate le spiagge e quante ne vorrete visitare. 🙂

Partiamo intanto con una mappa che riporta tutti i luoghi da visitare a Gran Canaria di cui vi parlerò in questa guida, così che potrete facilmente identificarli e calcolare i tragitti per raggiungerli. Se vi piace l’idea salvatevi questa pagina nello smartphone per avere mappa e l’itinerario a portata di mano mentre sarete sull’isola! 😉

Potrebbe interessarti anche : Dove conviene alloggiare a Gran Canaria

Mappa delle principali attrazioni da visitare a Gran Canaria

 

La Venecia de Canarias: Puerto de Mogan

A Puerto de Mogan, piccolo centro urbano nel sud-ovest dell’isola, si nasconde una delle più colorite chicche da visitare a Gran Canaria.

Sto parlando di quella che viene chiamata (forse imprudentemente) “la Venecia de Canarias”: un colorato quartiere davanti al porto ricco di fiori, calli e canali, casupole e ristoranti ottimi per una cena guardando il tramonto.

A dirla tutta, più che una piccola Venezia a me ricorderebbe un quartiere di certe isole greche, quindi non andateci con l’idea di vedere una fotocopia di Venezia, anzi dimenticatevi il nome e andate a gustarla per quello che è, passeggiando più volte in modo casuale in mezzo alle sue vie.

E’ un luogo assolutamente da visitare a Gran Canaria almeno una volta durante il vostro viaggio. Se il tempo ve lo permette vi consiglio di arrivare il pomeriggio e rimanere sulla spiaggia adiacente fino al tramonto, per poi andare a cenare in uno dei ristoranti del lungomare, visto che la zona volge a sud-ovest e si può ammirarlo come si deve.

cosa vede a Gran Canaria - puerto de mogan
Una foto veramente casuale scattata dalla spiaggia di Puerto de Mogan

Se questa “piccola Venezia” vi ha conquistati, qui trovate gli alloggi disponibili.

 

Le Dune di Maspalomas

Le dune di Maspalomas sono senza dubbio un altro dei paesaggi naturalistici da visitare a Gran Canaria.

Si tratta letteralmente di un piccolo deserto di qualche kilometro di diametro, che confina con l’oceano da un lato e con i centri urbani di Maspalomas e Meloneras dall’altro.

In alcune aree di questo parco naturale (o meglio deserto), potete anche andare a scorrazzare su e giù per le dune, fino a quando non vi verrà il fiatone, ammirare degli interessanti tramonti o perchè no, andare a stendervi lungo la riva dell’oceano lontano da tutti.

Spiagge di Gran canaria - dune di maspalomas

Vi parlo delle Dune di Maspalomas anche nella guida alle spiagge di Gran Canaria. Quest’area nei mesi estivi è da visitare nel mattino oppure al tramonto per evitare il troppo calore, durante l’inverno invece la situazione è più flessibile.

Non dimenticate però acqua e cappello quando ci andate.

Le aree nei dintorni, Maspalomas e Meloneras, sono tra le più famose per alloggiare a Gran Canaria, se non avete già prenotato potrebbe essere una buona base di partenza.

 

Caldera de Bandama

La Caldera de Bandama è una delle particolarità naturali più interessanti da visitare a Gran Canaria per chi ama camminare, o perlomeno dove passare a scattarsi una foto.

La Caldera de Bandama è sostanzialmente un cratere profondo 200 metri e largo circa un km interamente ricoperto di vegetazione, dove al suo interno è possibile scendere tramite un sentiero.

Sicuramente un itinerario di trekking diverso dal solito! A questo link trovate l’itinerario dettagliato del sentiero nella Caldera de Bandama, visitabile in una mezza giornata. Se vi ci avventurate però ricordate sempre che risalire richiede più tempo che scendere quindi non andateci se manca poco al tramonto.

Se vi bastava scattare una foto della Caldera potete invece salire in auto fino all’adiacente Pico de Bandama, dal quale avrete la visuale completa.

Caldera de Bandama - cosa visitare a Gran Canaria
L’intera Caldera de Bandama vista dall’alto del “Pico”

 

Le due maggiori vette da visitare a Gran Canaria

L’isola di Gran Canaria si presta più facilmente di altre a raggiungere le vette più elevate ed ammirare l’intera isola attorno a voi (e se il cielo è limpido perfino la vicina isola di Tenerife!)

Veduta dal Pico de Las Nieves - cosa visitare a Gran Canaria
La visuale di due intere isole dal Pico de Las Nieves

La vetta più elevata da visitare a Gran Canaria è Pico de Las Nieves, semplicissima da raggiungere (ci si arriva in auto…) e dalla vista imponente.

La seconda vetta, Roque Nublo, offre un sentiero più interessante da percorrere per raggiungerla ed una vista altrettanto importante.

Vi parlo in dettaglio di entrambe in due articoli separati che potete raggiungere cliccando sui nomi delle vette; la visita di entrambe può essere tranquillamente incastrata in una mezza giornata.

 

Arucas, Firgas, Teror : borghi tradizionali da visitare a Gran Canaria

Questo tour dei borghi tradizionali da visitare a Gran Canaria può essere incastrato in pomeriggio o in una intera giornata se volete prendervela davvero comoda, visto che questi tre paesi non richiedono più di un paio d’ore ciascuno e si trovano tutti nel nord dell’isola a breve distanza.

Firgas è un piccolo villaggio particolarmente tranquillo ad alcuni kilometri di distanza dalla costa nord di Gran Canaria che offre un paio di veri e propri omaggi alle isole Canarie a cielo aperto.

Tra le insospettabili vie di questo silenzioso borgo si trovano infatti due viali adiacenti, in pendenza, molto particolari.

Lungo il primo potrete ammirare sette “quadri” (uno per ciascuna isola delle Canarie), contenenti un rilievo dell’isola, un dipinto di un suo panorama e lo stemma con alcuni dati.

Lungo il secondo viale invece, oltre a una serie di fontane a cascata, una lunga fila di “divani” dipinti con stemmi e ornamenti dedicati vari ayuntamientos delle isole Canarie (un po’ come se fossero i comuni italiani), in uno stile che ricorda un po’ Plaza de España a Siviglia.

Firgas - cosa visitare a Gran Canaria

Di Firgas ricordo in particolare la tranquillità, il silenzio, i piccoli bar che sembrano più dei garage privati che non dei locali e la veduta che si ha fino al mare dalle vie più esterne del borgo.

Potrebbe anche essere una buona zona per alloggiare a Gran Canaria per chi cerca silenzio e non ha bisogno della camera fronte mare o conta di spostarsi spesso: gli alloggi sono costituiti principalmente da appartamenti privati o case vacanze, anche per gruppi numerosi, se vi interessa potete sfogliarli qui.

Arucas è un paesino simile a Firgas per il tipo di centro cittadino, curato, tradizionale, forse un po’ più visitato anche grazie alla bella cattedrale che vi sorge.

Oltre alla cattedrale si trova anche qualche piazza carina dove riposare all’ombra di grandi piante e un giardino con vista ad accesso libero con piante e grandi bamboo.

Se Arucas vi colpisce particolarmente e ci volete alloggiare, valgono le stesse considerazioni sugli alloggi fatte per Firgas: qui potete vedere tutti quelli disponibili.

Un po’ più lontano dalla costa e a quota maggiore troviamo poi Teror: un altro paese tradizionale da visitare a Gran Canaria per chi cerca distacco dalla vita turistica e dei tratti più storici.

Teror - cosa visitare a Gran Canaria - alloggiare a Gran Canaria

Se avete appena letto le riflessioni su Arucas e Firgas, rischierei di ripetermi nel parlare di Teror. Tra i 3 borghi che abbiamo visto Teror è forse quello più curato e grande, visitabile comunque in un paio d’ore e indicato a chi cerca in primo luogo la tranquillità.

Localizzato sempre sul versante nord e ad una quota un pelo più elevata (540m), il borgo di Teror può risultare più fresco nei mesi invernali.

 

Las Palmas, la città capitale

Las Palmas è la città “capitale” dell’isola. In questa città potete decidere di passarci un’intera giornata oppure meno a seconda di quanto vi piace stare all’interno di una città o di quanto vi piace ciò che vedrete.

Partiamo dal lato balneare: a Las Palmas è possibile trovare due interessanti spiagge, la lunga spiaggia sabbiosa di Las Canteras, che si trova sulla penisola di terra più a nord della città proprio dietro gli edifici, oppure la più selvaggia playa del Confital un paio di km più a nord, completamente immersa nella natura e adatta ai surfisti.

Spiagge di Gran Canaria - Las Canteras
Las Palmas vista dalla spiaggia di Las Canteras

Passiamo ora ai lati “storia” e “shopping” di questa città. Scendendo un po’ più a sud si possono trovare due diverse Las Palmas a pochi metri di distanza: il quartiere storico (Vegueta) nei dintorni di Plaza San Agustin e Plaza Santo Domingo, contraddistinto da viali colorati, suggestivi e poco frequentati e la parte moderna della città (Triana), con viali ampi, pieni di negozi e di attività.

Notare il differente afflusso di gente, in due foto prese alla stessa ora nello stesso giorno. 😀

cosa visitare Gran Canaria - alloggiare a Gran Canaria
Uno dei viali del quartiere storico di Las Palmas
Viale commerciale di Gran Canaria
Uno dei maggiori viali commerciali della parte moderna di Las Palmas

Dopo la vostra pausa shopping cercate rifugio in un po’ di verde camminando verso la fine di Calle Triana in direzione del Parque San Telmo, dove talvolta si trovano installazioni artistiche, o verso i più grandi Parque de las Rehoyas o Parque santa Catalina o perchè no, andate a prendere un drink o un gelato nel parco di fronte al piccolo ma curato Castillo de La Luz.

Cosa visitare a Gran Canaria - Castillo de La Luz
Il Castillo de la Luz, a nord di Las Palmas.

Se volete alloggiare a Las Palmas le opzioni davvero non mancano. Qui le trovate tutte, dagli ostelli ai 5 stelle.

 

Spiagge da visitare a Gran Canaria

Beh, questo era probabilmente scontato e sottinteso! Ci sono tante belle spiagge da visitare a Gran Canaria, di cui vi parlo molto più in dettaglio in quest’altra guida.

Il tempo da dedicarci decidetelo in base a quanti giorni vi restano sull’itinerario… o in base a quanto vi piace stare tra le onde! 🙂

 

Vi è stata utile questa guida? Condividetela con gli amici o seguite la pagina facebook ufficiale! Aiuterete questo sito a crescere 🙂


Come valuteresti questo articolo? Lascia un voto! 🙂
[Voti: 3    Media Voto: 5/5]

Sharing is Caring! :)
Cerchi attività da fare in zona?

Fabio M.

Lavoro in un aeroporto ma non ho sconti sui voli come tutti pensano :) Mi occupo di informatica e quando posso pianifico fughe al caldo.
Spesso prima di un viaggio si perde tanto tempo in ricerche a volte fuorvianti. Always On Board nasce con lo scopo di farvi trovare tutto ciò di cui avete bisogno in un solo sito web, dagli alloggi alle mappe, dalle cose da visitare ai tranelli da evitare (Disclaimer). Scopri l'ispirazione del sito.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.