Le 16 Cose da visitare a Lanzarote gratis o quasi

State per partire ma ancora non sapete cosa visitare a Lanzarote o non avete chiaro cosa ci sia all’infuori del quartiere dove avete prenotato? Questa è la guida per voi.

Lanzarote è una delle più incredibili isole dell’arcipelago Canario. Incredibile perchè in buona parte di quest’isola i panorami sembrano gli stessi che vedreste atterrando sulla Luna o su Marte, terre nere vulcaniche, crateri, laghi colorati, strade in mezzo alla lava, spiagge incredibili… ma quindi cosa visitare a Lanzarote se ci si trova in vacanza per alcuni giorni?

In questa guida vediamo un elenco di cose da vedere e di luoghi assolutamente da visitare a Lanzarote per entrare a contatto con la vera natura selvaggia dell’isola. La quale fortunatamente non è ancora contaminata da eccessive costruzioni turistiche.

Per girare questa bella isola non potrete fare a meno di un’auto a noleggio. La buona notizia è che qui i prezzi sono davvero economici e c’è modo di noleggiare in sicurezza anche per chi non ha una carta di credito. Qui vi spiego tutti i dettagli sugli autonoleggi.

Mappa delle cose da visitare a Lanzarote

Prima di iniziare, ecco una mappa che potrete usare durante il vostro viaggio per decidere in che ordine visitare le attrazioni raccontate in questa guida. In blu trovate tutte le attrazioni gratuite, in rosso quelle con ingresso a pagamento e infine in verde le cittadine tipiche dell’entroterra di Lanzarote.

 

Cosa visitare a Lanzarote gratis

Iniziamo questa carrellata con tutte quelle cose che potete vedere a Lanzarote gratuitamente 🙂

La strada del vino e i vigneti vulcanici

vigneti di Lanzarote - cose da visitare a lanzarote
vigneti di Lanzarote

Quando vi dirigerete verso il sud dell’isola, percorrete la strada LZ-30 che va dalla zona di La Geria fino al paese di Yaiza fino ad imbattervi in una visuale di questo tipo. Credo che non servano molti commenti alla foto, se non che c’è una pianta per ogni buca, scavata come riparo dal vento, fino a formare un intero vigneto che sembra un alveare.

E il risultato lo potete anche assaggiare nelle vinerie presenti in questa zona, in particolare provando la Malvasia di Lanzarote.

Non mi dilungo oltre avendo già scritto un altro articolo su questo incredibile panorama da visitare a Lanzarote: qui vi parlo più in dettaglio su cosa vedere e come arrivare.

Il lago verde: Charco de Los Clicos

Charco de Los Clicos, il lago verde di Lanzarote
Charco de Los Clicos con i reali colori che aveva quando l’ho visitato

Continuando a guidare verso sud-ovest, tra le altre cose da visitare a Lanzarote in quest’area c’è indubbiamente il laghetto verde di Charco de Los Clicos.

Questo lago a pochi metri dall’oceano assume una colorazione verdastra a causa di alcune microalghe che lo popolano. Ma non è detto che sia sempre così verde come lo vedete in certe foto esagerate su internet, certo è che rimane pur sempre una visuale da non perdere.

In quest’altro articolo vi spiego meglio il motivo e come arrivare a Charco de Los Clicos.

Los Hervideros

A un paio di minuti da Charco del Los Clicos possiamo incontrare poi Los Hervideros. Si tratta di una particolare formazione rocciosa con numerosi “fori” e una camminata che vi permette di arrivarci proprio davanti, guardare l’acqua dell’oceano sul fondo o affacciarvi da una sorta di terrazzo ricavato dalla roccia, dove ammirare la forza delle onde che sbattono sulla parete della costa e dove scattarvi delle foto interessanti.

Difficile descrivere bene questo posto a parole o con una manciata di foto. Sebbene sia un luogo abbastanza piccolo, se seguite il percorso segnalato avrete un sacco di punti di vista da godere.

Los Hervideros Lanzarote
Il promontorio di Los Hervideros. Evidenziate dalle frecce l’ingresso al percorso e la “terrazza” sull’oceano

Il villaggio di El Golfo

Dopo una pausa a Los Hervideros, se è quasi ora di cena dirigetevi senza indugi al vicino villaggio di El Golfo.

El Golfo è un villaggio veramente tranquillo che si affaccia ad ovest dell’isola, che consiglio di mettere nella lista dei luoghi da visitare a Lanzarote a tutti coloro che apprezzano i tramonti, a chi ama i villaggi tipici non invasi dal traffico turistico e a chi ha voglia di una bella cena in uno dei 5-6 ristoranti tipici (non le classiche mangiatoie turistiche), dove mangiare bene a prezzi davvero competitivi e con una vista unica, soprattutto se scegliete quello con la terrazza vista mare.

Non farete fatica ad identificarli perchè si trovano proprio sulla strada costiera (e il villaggio ha 5-6 ristoranti e una manciata di case 🙂 )

All’uscita, non sarà difficile poi imbattervi in un panorama come questo:

Le belle spiagge naturali a sud di Lanzarote

Playa Mujeres, una delle più belle spiagge nel sud di Lanzarote
Playa Mujeres vista dall’alto del sentiero proveniente dal vicino paese

Dalla foto può sembrare picola, ma in realtà non lo è per nulla, quei piccoli puntini che vedete vicino all’acqua sono persone e ombrelloni.

E questa è solo una delle varie spiagge naturali (Playa Papagayo, Playa Mujeres…) che dovete visitare a Lanzarote almeno una volta durante la vostra permanenza.

Potrebbe interessarti anche : Dove alloggiare a Lanzarote e dove non farlo!

Molte di queste belle spiagge si trovano lungo la costa sud dell’isola: non perdete la guida alle migliori spiagge di Lanzarote per scoprirle tutte e per vedere come arrivarci comodamente.

Mirador del Rio

Cosa visitare a Lanzarote nella zona nord dell’isola? Ci spostiamo ora proprio all’estremità settentrionale, dove sulla cima di un promontorio si trova il Mirador del Rio, una piccola struttura bar/ristorante dal cui interno potete godere di una vista impressionante sull’isola La Graciosa.

La Graciosa è una piccola isoletta di un paio di kilometri di diametro dove trova posto un piccolo villaggio e una serie di sentieri tra la brulla roccia, alcuni dei quali percorribili in bici, per farsi una corsetta tra i crateri. 🙂

L’ingresso al Mirador del Rio costa 4,75 euro a persona ma se siete in tanti o non avete voglia di fermarvi a mangiare qualcosa, è una spesa che potete anche evitare, visto che a pochi metri dall’ingresso del mirador potete godere della stessa vista all’aperto.

L'isola di La Graciosa
L’isola di La Graciosa vista dalla strada sul fianco del mirador del Rio, a sua volta visibile sul lato destro

Per farlo, guardando l’ingresso del Mirador, iniziate a camminare lungo la strada alla vostra immediata sinistra: dopo meno di 500 metri la Graciosa farà la sua comparsa proprio al vostro fianco e se il tempo è bello, la vista sarà impagabile.

L’isola di La Graciosa

La Graciosa, di cui abbiamo appena parlato, è “l’ottava” isola delle Canarie, appena a nord di Lanzarote. A La Graciosa trovate un villaggio in stile “Speedy Gonzales” proprio in corrispondenza del porto, privo di strade asfaltate, e una serie di sentieri che portano in giro per l’isola fino a raggiungere le sue spiagge.Giunti a La Graciosa avrete varie possibilità. Farvi portare a spasso per l’isola semideserta a bordo di un 4×4 che vi fa anche da guida, oppure noleggiare una bici (o meglio ancora una fat-bike, cioè quelle bici con le ruote particolarmente larghe, utili per meglio superare i tratti sabbiosi dei sentieri) e partire per il vostro personalissimo giro sui sentieri dell’isola. 🙂

A questo link trovate un’interessante mappa con dettaglio dei possibili sentieri di La Graciosa.

Se volete visitare quest’isoletta per immergervi nella natura brulla, potete dedicare una giornata per raggiungerla partendo con dei traghetti dal borgo di Orzola. Prima di prenotare il traghetto però scegliete una giornata in cui sia previsto clima prevalentemente soleggiato e non troppo ventoso (per accertarvene utilizzate l’applicazione Windfinder di cui vi parlo qui).

Se la giornata fosse troppo ventosa o nuvolosa infatti, data l’esposizione ai venti del nord di quest’isola, la visita potrebbe diventare poco gradevole a causa delle raffiche di vento o della sensazione di freddo.

Portate infine con voi parecchia acqua durante la visita! Non dimenticate che siete su un’isola pressochè deserta! 😉

Caleta del Mojon e Caleton Blanco

Tra le cose da visitare a Lanzarote troviamo ancora spiagge anche nella zona settentrionale, mica è finita qui!

A pochi minuti dal Mirador del Rio e da Orzola, troviamo Caleta del Mojon Blanco e Caleton Blanco, due spiagge naturali così grandi che a tratti la strada ci passa pure attraverso.

Caleton Blanco - migliori spiagge di Lanzarote

La bellezza di queste spiagge (in particolare a Caleton Blanco) è data dalle piscinette naturali che si creano, a seconda della marea, lungo la riva grazie a delle piccole serie di rocce che fermano la potenza delle onde dell’oceano creando un’atmosfera davvero rilassata e delle aree di in cui l’acqua è molto più tiepida, ottima per chi ama stare a mollo e non regge l’acqua troppo fredda!

Anche di queste spiagge vi parlo più in dettaglio nella guida alle spiagge di Lanzarote.

Se la giornata è arieggiata, vista l’esposizione a nord, vi consiglio di stendervi a riparo dal vento dietro dei curiosi ripari costruiti con rocce del posto, a forma di mezzaluna, 🙂

Castello di Santa Barbara

Il castello di Santa Barbara, nelle vicinanze del paese di Teguise, è un castello letteralmente costruito sopra un cratere.

Nulla di pericoloso nella visita, c’è una comoda strada asfaltata che vi porta fino in cima ed oltre a entrare nel castello se è aperto potrete anche fare una passeggiata senza rischi all’interno del cratere, ovviamente non attivo e ricoperto anche da un po’ di timida vegetazione.

cosa visitare a Lanzarote - castello di Santa Barbara
Il castello di santa Barbara visto dall’interno del cratere

Dalla cima del cratere la visuale permette di ammirare l’intero paese di Teguise e le sue casette bianche, se la giornata non è cupa con nuvole basse come quando ci sono stato io! 😆

I paesi tipici come Teguise, Yaiza, Uga

In una guida dal titolo “cosa visitare a Lanzarote” non può ovviamente mancare una visita ai paesi interni dell’isola, dove si può vivere la vera Lanzarote.

Allontanandosi dalla costa infatti, dove ovviamente il turismo ha preso il sopravvento (sebbene non in modo scandaloso come in altri luoghi del mondo), si possono visitare paesi dove il turismo è pressochè assente e regna la pace, come Teguise, nella zona settentrionale o Yaiza e Uga nella zona meridionale.

Il paese tradizionale di Teguise

Un tratto distintivo dei paesini di Lanzarote è che sono composti quasi esclusivamente di casette a 1 o 2 piani al massimo tutte dipinte di bianco. La visuale, sia passandoci in mezzo sia ammirandoli dall’alto è davvero meritevole.

I mercati settimanali

In paesi come quelli appena descritti potrete poi assistere a qualche mercato settimanale. Uno dei più grandi è il mercato della domenica di Teguise, dove trovate anche numerosi prodotti artigianali tra cui quelli fatti di aloe, di cui l’isola è ricca.

Un elenco esaustivo dei mercati di Lanzarote lo trovate qui.

Famara

Se vi piace il surf o il kitesurf questa potrebbe finire al primo posto tra le cose da visitare a Lanzarote!

Lungo la costa nord-orientale di Lanzarote trovate una spiaggia chiamata Playa de Famara, che costeggiata da un grande promontorio alle sue spalle è ben battuta dal vento e dalle correnti, ottima per chi ama cavalcare le onde.

surf a lanzarote - alloggiare a lanzarote - caleta de famara

Cosa vedere a Lanzarote – parchi o visite guidate

Passiamo ora a vedere cosa visitare a Lanzarote (non più gratis ma al costo di qualche euro) se volete visitare parchi, grotte o partecipare a visite guidate.

Parco naturale di Timanfaya

Questo grande parco naturale a sud ovest di Lanzarote include alcune zone vulcaniche ancora parzialmente attive.

Per entrare, al prezzo di 10 euro, è necessario lasciare l’auto al “centro visitatori”, da dove sarete poi portati in giro per il parco con le guide a bordo di un autobus che farà il giro su una strada asfaltata tra crateri e paesaggi lunari.

Al termine del giro turistico, tornando al centro visitatori, potrete assistere all’effetto dell’ancora calda attività vulcanica nell’isola: il personale, versando dell’acqua in una cavità del terreno, farà risalire dei getti di vapore.

Sempre in loco troverete anche un ristorante, sicuramente non economico come quelli all’esterno, dove potrete mangiare piatti cotti su una griglia molto particolare, installata infatti sopra una cavità dove sale il calore generato appena una decina di metri sopra i vostri piedi, che può oscillare tra i 100 e i 600 gradi.

Potete trovare maggiori dettagli sul sito ufficiale.

Cueva de los Verdes

Cueva del Los Verdes
Uno dei tantissimi scorci della Cueva de Los Verdes

La Cueva de Los Verdes è una grotta di circa 1 km che potrete visitare nel giro di un’ora accompagnati da una guida del luogo che parla spagnolo o inglese.

L’ingresso costa 9,50 con sconto del 20% dopo le ore 15 (chiude alle 17 d’inverno e alle 18 d’estate). Alla pagina ufficiale potete verificare sempre tutti i dettagli aggiornati.

La visita è tutto sommato interessante, la grotta è a tratti ben illuminata, non è “tutta uguale” ma varia sia in larghezza che in profondità e camminarci è semplice e senza rischi.

Potrete vedere una sorta di teatro costruito proprio all’interno della grotta, grazie buona all’acustica regalata alla cavità, nonché una piccola magia al termine del percorso che non posso svelare, essendo appunto il “segreto” della grotta. 🙂

Jameos del Agua

Si tratta di una struttura artificiale creata da Cèsar Manrique, artista che tra l’altro ha creato parecchie opere e strutture in giro per tutta l’isola di Lanzarote, come delle creazioni artistiche che vi capiterà di vedere anche senza volerlo in mezzo alle rotonde di Lanzarote.

Jameos del agua è (forse semplificando un po’) sostanzialmente una piscina affiancata ad un bar e a una piccola grotta dove talvolta hanno luogo dei concerti.

L’ingresso costa 9,50 euro, a mio parere un po’ alto per quello che offre. Qui la pagina ufficiale con tutti i dettagli.

Jardin de cactus

Si tratta di un giardino botanico pieno di … cactus! 🙂 Ingresso a 5,80 euro, si trova nelle vicinanze di Teguise. Qui la pagina ufficiale con i dettagli.

 

Qui finisce la guida sulle cose da visitare a Lanzarote ma, in realtà, le sorprese non finiscono mai. Vi accorgerete ben presto che tutta l’isola è un continuo spettacolo, anche solo guidando sulle strade tra la lava. 🙂

Vi è stato utile questo articolo? Date uno sguardo alle altre guide su Lanzarote e condividetelo con gli amici o seguite la pagina facebook ufficiale! Non costa nulla e aiuta questo sito a crescere 🙂

Sharing is Caring! 🙂

Come valuteresti questo articolo? 🙂
[Voti: 2   Media: 5/5]

Cerchi attività da fare in zona?

Fabio M.

Lavoro in un aeroporto ma non ho sconti sui voli come tutti pensano :) Mi occupo di informatica e quando posso pianifico fughe al caldo.
Spesso prima di un viaggio si perde tanto tempo in ricerche a volte fuorvianti. Always On Board nasce con lo scopo di farvi trovare tutto ciò di cui avete bisogno in un solo sito web, dagli alloggi alle mappe, dalle cose da visitare ai tranelli da evitare (Disclaimer). Scopri l'ispirazione del sito.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.