Tour in kayak a Rodi: perchè devi farlo, dove prenotare, come funziona

Una delle tante attività che si possono praticare durante un soggiorno a Rodi è sicuramente un tour in kayak: un’uscita in kayak a Rodi infatti, oltre ad essere facile da praticare anche per i non esperti, vi permetterà di scoprire alcuni angoli di costa altrimenti irraggiungibili.

In questa guida vediamo perchè fare un tour in kayak a Rodi, alcuni esempi di cosa è possibile vedere lungo la costa orientale e infine come e dove prenotare l’attività!

Potrebbe interessarti anche: Cosa visitare a Rodi

Come funzionano i tour in kayak a Rodi

Girare in Kayak a Rodi è possibile fondamentalmente in mare, costeggiando la costa orientale, caratterizzata da acque molto calme e riparate dal vento. La costa occidentale invece è costantemente battuta dal vento Meltemi, quindi inadatta al kayak ma più interessante per chi pratica surf o vela.

Di conseguenza gli istruttori di questi tour vi porteranno a visitare la costa orientale.

Ci sono molteplici tour guidati in kayak a Rodi che potete scegliere. Di solito partono da una delle tante spiagge di Rodi, percorrono alcuni kilometri sul tranquillo mare (che talvolta è proprio una tavola), lungo la costa o infilandosi in piccole cave per poi approdare in una nuova spiaggia e, dopo una pausa spuntino/pranzo, tornare indietro.

 

La nostra esperienza in kayak a Rodi

Per capire meglio cosa aspettarvi da un tour in kayak a Rodi, vi racconto l’esperienza di un tour a cui ho partecipato personalmente con alcuni amici.

Una volta prenotato il tour via internet ed entrati in contatto con il team, ci siamo accordati fornendo l’indirizzo del nostro alloggio per la navetta che ci ha accompagnato all’andata e al ritorno (inclusa nel prezzo).

Al mattino, sulle 8 se non ricordo male, siamo stati prelevati dal nostro alloggio nei dintorni della città di Rodi fino ad arrivare a Kathara Beach, luogo di partenza del giro.

Lì abbiamo incontrato i rimanenti istruttori (uno era colui che ci ha prelevati) e dopo alcuni minuti di benvenuto seguiti da qualche esercizio di stretching molto semplice, ci è stato mostrato e spiegato come portare il kayak, anche per chi era alla prima esperienza.

Si trattava nello specifico di kayak biposto (che vedete nella foto seguente, scattata al punto di arrivo dove si è fatta la pausa) dotati quindi di pedali per sterzare a disposizione di chi occupa il posto posteriore; eravamo circa una decina di partecipanti più 4 istruttori.

Una volta spinti in acqua e presa confidenza con i kayak, abbiamo cominciato a remare da Kathara beach verso sud, tenendo quindi la costa alla nostra destra.

Abbiamo cominciato così col vedere vari speroni di costa, e raggiungere come prima meta la famosa baia di Anthony Quinn, navigando con il kayak fino a breve distanza dalla costa.

Procedendo, si costeggiano altre pareti rocciose, dove regna il silenzio, si cui una con una sagoma particolare che non svelo ma vi lascio scoprire, se parteciperete, quando gli istruttori ve la faranno notare. 🙂

Si passa poi di fronte ad un’altra area dove si trovano alcune piccole grotte e cave. Potrete così visitarle entrandoci con il kayak, a gruppi di 2-3 kayak  per volta, visto la dimensione ristretta.

La peculiarità di alcune di queste cave è che al loro interno il fondale è molto più profondo rispetto al mare circostante. Tutti questi dettagli ve li racconteranno gli istruttori (in inglese, ma dalla facile comprensione).

cosa portare in kayak
Entrando in una della cave in kayak

Dopo una ulteriore pausa intermedia dove fermare i kayak e fare qualche tuffo direttamente in mare, si procede per l’ultimo tratto di mare fino ad arrivare alla bellissima Traganou Beach.

A Traganou Beach siamo rimasti un paio d’ore: vicino al “punto di attracco” si trovano altre piccole cave direttamente tra la spiaggia e il mare, nonchè alcune rocce dove tuffarsi per chi ama il genere, in compagnia degli istruttori.

Dopo i tuffi è il momento di  una pausa pranzo al sacco composto da varie specialità locali, (portato e fornito dagli istruttori, quindi non avrete bisogno di portarvi nulla, se non l’acqua) all’ombra delle cave.

Migliori spiagge di Rodi - Traganou Beach
La bellissima Traganou Beach, punto di arrivo del tour. In fondo si intravedono le cave (click per zoomare)

Verso le 13 se non erro, si riparte da Traganou beach per tornare verso il punto iniziale a Kathara Beach, dove si arriva alle 14 circa. Al termine ci è stata offerta una bibita a scelta al beach bar della spiaggia, per poi essere riaccompagnati all’alloggio.

 

Quanto costa un tour in Kayak a Rodi

Un tour in Kayak a Rodi, come quello appena descritto, costa attorno agli 80 euro a persona.

Nel caso specifico si è trattato di un giro di 5 ore inclusa la pausa, ed il tragitto in mare è di circa 5km andando e altri 5km tornando (tranquilli, non è una distanza particolarmente faticosa nemmeno per i principianti, grazie al mare tranquillo e ai kayak biposto).

Ci sono anche altri tour in kayak a Rodi che si svolgono in diverse zone della costa orientale, ad esempio attorno alla bella cittadina di Lindos e alle sue baie. Anche i prezzi si somigliano, sotto i 70-80 euro a persona credo sia difficile trovare.

 

Come prenotare il giro in kayak

Quando avete scelto il tour che preferite, prenotatelo con almeno 2-3 giorni di anticipo se potete, per essere sicuri che il tour venga svolto e, se previsto, accordatevi con gli istruttori sulla navetta o luogo di ritrovo, nonchè su cosa portarvi. Se non siete pratici e vi state chiedendo cosa portarvi in kayak, cliccate qui.

Per scegliere la giornata in cui prenotare, verificate prima le previsioni meteo o del vento con qualche app come Windfinder. La costa orientale è quasi sempre riparata dal vento ma meglio sempre accertarsene e scegliere una giornata soleggiata per godersi al meglio il kayak e i tuffi.

 

Dove prenotare il tour in kayak a Rodi

Ora che sapete tutto sui tour in kayak a Rodi, non vi resta che prenotare! 🙂
Se vi è piaciuto quello che vi ho descritto poc’anzi potete prenotarlo qui o qui, da notare le possibilità di includere-escludere il servizio navetta e la cancellazione gratuita, importante come non mai negli ultimi tempi.

Altrimenti nei box qui sotto trovate anche altri tour tra cui scegliere:

 

Una volta finito il tour, non perdetevi anche l’itinerario delle cose da vedere a Rodi, la mappa con le più belle spiagge di Rodi e la guida su dove alloggiare a Rodi per non sbagliare!

Vi è piaciuto questo articolo? Allora aiutatemi a far crescere il sito condividendolo o seguendo la pagina facebook! Vi permetterà di rimanere aggiornati sui nuovi consigli! 🙂

Sharing is Caring! 🙂

Come valuteresti questo articolo? 🙂
[Voti: 0   Media: 0/5]

Cerchi attività da fare in zona?

Fabio M.

Lavoro in un aeroporto ma non ho sconti sui voli come tutti pensano :) Mi occupo di informatica e quando posso pianifico fughe al caldo.
Spesso prima di un viaggio si perde tanto tempo in ricerche a volte fuorvianti. Always On Board nasce con lo scopo di farvi trovare tutto ciò di cui avete bisogno in un solo sito web, dagli alloggi alle mappe, dalle cose da visitare ai tranelli da evitare (Disclaimer). Scopri l'ispirazione del sito.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.