Vita notturna a Maiorca, la guida definitiva: Magaluf, Arenal, Palma e non solo

La vita notturna a Maiorca è una delle più variegate e complete scene di divertimento disponibili in Europa. Non per nulla ogni anno quest’isola è una delle più gettonate mete scelte da giovani e meno giovani provenienti da ogni nazione europea.

Vita notturna a Maiorca: non solo Magaluf!

Spesso però capita di sentire qualcuno che ci è stato per una breve vacanza lamentarsi della vita notturna a Maiorca, vuoi perchè non era quella che cercava, vuoi perchè era troppo caotica. Il più delle volte succede a causa del fatto che si è visitata una sola area di questa grande isola, magari finendo proprio in quella con la nightlife più diversa dai propri gusti.

Su quest’isola dal diametro di circa 100 km infatti, troviamo numerose scene di vita notturna come pure tantissime località assolutamente tranquille e naturali: Maiorca infatti non è solo vita notturna e non mi stancherò mai di dirlo, come potete vedere nelle altre guide su Maiorca.

Non solo Magaluf quindi, che spesso rappresenta l’unica zona di movida nota ai più.

Ecco perchè ho deciso di scrivere questa guida che raccoglie in una sola pagina tutti i differenti tipi di vita notturna a Maiorca. Ve li racconto non con un semplice elenco di locali come succede nella maggior parte delle guide analoghe ma bensì spiegandovi l’ambientazione, il genere di nightlife disponibile, la gente e l’età media che troverete e tutti gli altri dettagli utili.

In questo modo potrete decidere prima di partire, a seconda dei vostri gusti, qual è la zona giusta dove andare a passare le vostre serate e tornare a casa soddisfatti! 🙂

Iniziamo allora questa rassegna sulla vita notturna a Maiorca analizzando cosa può offrire ogni area!

Attenzione: quest’anno, causa emergenza sanitaria, la vita notturna a Maiorca (come in varie altre località della Spagna e del mondo), sarà purtroppo molto più limitata o trasformata rispetto a quando riportato nella guida. In particolare molti dei locali notturni citati potrebbero essere chiusi o trasformati in semplici bar dai tavolini ben distanziati. Ad esempio il Bierkonig e il Megapark, due tra i più grandi locali dell’isola risultano ancora chiusi ad inizio estate 2020; non è da escludere che possano comunque aprire in un secondo momento. Verificate quindi sulle pagine ufficiali dei locali che vorreste visitare qual è la situazione aggiornata. (alcuni li trovate linkati proprio in questa guida)

Magaluf

Parlando di vita notturna a Maiorca era impossibile non iniziare parlando di Magaluf. Una località che forse avrete già sentito nominare, nel bene o nel male.

Magaluf è un piccolo quartiere a sud-ovest dell’isola di Maiorca, che conosce la più movimentata nightlife dell’isola ed è meta ambita in particolare dal turismo anglosassone, che compone un buon 80% dei giovani presenti in zona. La fama di quest’area infatti è data anche per essere una delle principali destinazioni scelte dai giovani inglesi per andare a festeggiare all’estero i 18 anni, non senza qualche eccesso.

Non fatevi però impaurire solo da questa premessa; andiamo a vedere più in dettaglio cosa offre Magaluf.

Vita notturna a Magaluf: La Strip

A Magaluf si trova un lungo viale (la cosiddetta “Strip) costellato di discobar, bar e piccole discoteche, la maggior parte delle quali ad ingresso gratuito, permettendovi così di cambiare aria ogni volta che vi va, a seconda della musica che sta andando, della gente che c’è dentro e della vostra ispirazione. Forse solo uno dei locali della strip ha l’ingresso a pagamento, lo riconoscerete facilmente dallo staff all’ingresso e dalle vetrate che non permettono di vedere l’interno.

La Strip di Magaluf si trova in Carrer Punta Ballena nel quartiere di Magaluf e negli immediati dintorni di questa via. Quasi tutti i bar e discobar di quest’area (ad es. Stereo Bar, Tokyo Joes, Crystal Bar ma inutile citarli tutti dato che si trovano tutti sullo stesso viale) dispongono di una pista dove basta poco per dare inizio alla festa e trovare gente che balla.

La Strip se comparata a qualche altro viale analogo in altre località turistiche europee non è niente male: rispetto ad esempio con Paceville (Malta) dà un’impressione più pulita e molto più illuminata/colorata.

La musica disponibile varia a seconda dell’orario e della serata, tanto che non avrebbe molto senso consigliare un locale o l’altro sulla base di questo aspetto, dovete semplicemente fare una passeggiata lungo il viale e scegliere quelli in quel momento vi attirano di più.

Si spazia comunque tra musica commerciale, dance, classici 80-90-2000 e qualche pezzo rock per cantare, nonché musica spagnola e latina.

La popolazione presente come accennato è in maggioranza inglese/irlandese, si può dire un buon 80%, la rimanente parte invece è composta da italiani (in particolare nei mesi di punta come agosto). L’età media che troverete indicativamente è tra i 18 e i 23 anni ma non mancano anche altri gruppetti di età più elevata. Se siete sotto i 27-30 anni non fatevi grossi problemi.

Vita notturna a Magaluf
Un discobar di Magaluf

Girovagando per quest’area, come prevedibile, sarete spesso fermati dai PR dei vari locali che vi proporranno eventuali pacchetti drink+shottini, come avviene in altre località simili in giro per l’Europa. Molti di loro sono proprio giovani che arrivano da Inghilterra, Irlanda e Italia nei mesi estivi per fare la stagione, non sarà difficile quindi imbattervi in qualche barista italiano, che potrebbe prendervi in simpatia e portarvi fuori da bere più del richiesto e poi farvi pagare una cifra simbolica.

In generale i prezzi dei drink sono abbastanza a buon mercato anche se, come per altri posti analoghi, non saranno tra quelli che ricorderete come i migliori.

Una critica che viene spesso mossa all’area di Magaluf è il fatto che la forte presenza di giovani inglesi che eccedono con l’alcool renda quest’area pericolosa. In realtà, tutte le volte che ho potuto frequentare questa e altre zone piene di giovani anglosassoni, ho potuto constatare che sì, capita di vedere ragazzi totalmente ubriachi magari stesi a terra ma non che generassero situazioni pericolose per gli altri.

Dall’altro lato invece, mi è capitato di vedere spesso che i pochi italiani presenti siano i più chiassosi e maleducati. Uno dei tanti esempi è stato presso uno dei bar della strip dove è presente anche un gioco del toro meccanico, per salire sul quale bisogna prima dare 3 euro al ragazzo che comanda la giostra per poi togliersi le scarpe e salire uno alla volta.

I vari ragazzi inglesi, spesso ubriachi al punto da non riuscire a camminare dritti andavano comunque tutti in fila al proprio turno, pagando 3 euro, togliendosi le scarpe e salendo. Arrivavano poi gli italiani di turno che salivano direttamente sul toro in due alla volta, senza togliersi le scarpe e senza pagare; quando il ragazzo della giostra li incitava a scendere per pagare prima di cominciare si sentiva chiaramente rispondere “Vabbuò ià, facimm dopo” nonostante il volume della musica.

Di dovunque siate quindi, non abbiate paura degli inglesi ma cercate invece di non peggiorare la reputazione italiana.

La vita notturna di Magaluf non teme orari, prosegue ad oltranza fino alle 6. Quando uscirete e tornerete verso i vostri alberghi all’uscita del viale potreste trovare delle prostitute africane, evitate di sostare troppo a lungo dato che tenteranno di avvicinarvi o “invitarvi” prendendovi per il braccio.

Magaluf più tranquilla

Se questo genere di viale è troppo caotico per i vostri gusti o se non avete voglia di ballare, non disperate. Vi basterà camminare per pochissimi metri fino a giungere sul lungomare, dove troverete alcuni lounge-bar molto più tranquilli e raffinati (come il Kalima Beach tanto per fare un esempio) dove bere un drink su comodi seggiolini con vista sulla spiaggia. Qui i prezzi dei drink vanno sulla classica media italiana dei lounge-bar.

Se non volete attendere il buio per cominciare a fare festa, verificate anche gli eventi al Nikki Beach: un beach club di classe, aperto già dal pomeriggio, che spesso presenta feste in piscina o altri eventi.

Boat party a Magaluf

Non solo di notte si svolge la movida a Magaluf. La spiaggia antistante il quartiere è infatti approdo e partenza di numerosi boat party che girano durante il pomeriggio/sera, i quali prevedono un giro al largo delle coste dell’isola con musica ad alto volume, free bar e tanta festa. Per i boat party il budget necessario sta indicativamente sui 50 euro a persona.

Alcuni esempi sono il Sunset Booze e il Magaluf Calling ma non avrete difficoltà a trovarne altri presso gli hotel o dai PR che passano di giorno lungo la spiaggia di Magaluf (di cui molti italiani). Ce ne sono poi anche in altre aree di Maiorca come ad esempio la nave dei pirati da Palma.

Magaluf Boat Party
Un boat party che disimbarca sulla spiaggia di Magaluf

Discoteche di Magaluf – BCM

Se la vita notturna che avete trovato nella Strip vi sembra troppo banale e cercate delle discoteche “serie”, sempre a Magaluf trovate anche la discoteca BCM.

Il BCM è uno dei più famosi club europei per la musica EDM/dance, dove per l’intera estate, quasi tutti i giorni, troverete ospiti di alto calibro come ad esempio Steve Aoki, Martin Garrix, Axwell, Ingrosso e tanti altri.

Per questo motivo al BCM difficilmente pagherete meno di 35/40 euro per entrare. E’ una delle pochissime discoteche di Maiorca costose su un tenore simile a quello di Ibiza, per chi è abituato alla vicina isola.

Sul sito ufficiale del BCM potete verificare gli artisti previsti per i mesi estivi di apertura del locale.

Se quest’area vi piace e volete alloggiare qui, vi consiglio di cercare hotel non solo a Magaluf (dove rischiate di non riuscire a dormire la notte per l’alto volume) ma bensì nella zona sud dell’adiacente quartiere di Palmanova, più tranquillo e con alloggi a prezzi inferiori rispetto a Magaluf. Da Palmanova potete raggiungere la movida di Magaluf in 10-20 minuti a piedi.

Potrebbe interessarti anche : Le zone migliori dove alloggiare a Maiorca

 

Playa de Palma – S’Arenal

Un’altra area molto attiva per la vita notturna a Maiorca è il litorale tra il quartiere di Can Pastilla e quello di S’Arenal, chiamato anche più comunemente Playa de Palma.

Potrete trovare riferimenti a questa zona con svariati nomi diversi, come Playa de Palma, El Arenal, S’Arenal o Can Pastilla, a causa dei quartieri adiacenti.

Quest’area, molto più estesa di quella di Magaluf appena citata, offre un diverso tipo di vita notturna.

Innanzitutto c’è un diverso target turistico: qui infatti la gente che troverete è al 95% di provenienza austriaca o tedesca, tant’è che per strada e nei ristoranti troverete perfino alcuni cartelli scritti in tedesco anzichè in spagnolo.

Un’altra rilevante differenza (questa volta più di tipo culturale che altro) è che a S’Arenal troverete gente di ogni età fare festa tutti assieme sia nei locali che fuori lungo la strada, letteralmente dai 16 ai 60 anni e oltre. Uno degli esempi che mi sono rimasti impressi era una coppia uomo-donna sui 60/70 anni che ballava in pista facendosi il dito medio e ridendo.

Vita notturna a Maiorca - S'Arenal
Per i viali di Playa de Palma la gente fa festa a tutte le età

Per prima cosa parliamo del lungomare. Lungo Playa de Palma, la cui spiaggia è probabilmente la meno entusiasmante dell’isola (se cercate il mare cristallino leggete le guide alle spiagge migliori di Maiorca a sud-ovest, sud-est e nord), si sviluppa un ampio lungomare che si estende per tutti i circa 5 km della spiaggia, pieno di vita sia di giorno che di sera.

Durante il giorno troverete tutti coloro che vanno tra la spiaggia e i vari “balneari” presenti sul lungomare, cioè degli ampi bar/chioschi dislocati ogni circa 500 metri e identificati da un numero per facilitarne la collocazione geografica (es. “balneario 6”).

Durante la sera e la notte, questo lungomare continua ad essere molto frequentato, in particolare nella zona centrale, cioè nei dintorni del balneario 6 e in un raggio di 1km da ambo i lati, dove si trova la maggior parte dei locali di cui vi sto per parlare.

Tanta gente inoltre si siede o beve qualcosa proprio sul lungomare ascoltando o guardando gli artisti di strada che spesso e volentieri si esibiscono qui.

Stay in Mallorca - alloggiare a mairoca a El Arenal
Un tratto del lungomare di Playa de Palma-El Arenal. Per vederlo così vuoto bisogna passarci di mattina quando tutti dormono.

Il genere di locali che troverete tra Playa de Palma e S’Arenal è molto variegato: si va dai numerosi bar/ristoranti/gelaterie all’aperto sul lungomare, ai loungebar, discobar e alcune immense strutture come il Bierkönig o il Megapark (un enorme beergarden, il più grande di Maiorca e della Spagna). Del resto, stiamo parlando di un’area di 5 km che rappresenta del paese dei balocchi per 2 intere nazioni europee.

Su queste ultime strutture mi voglio soffermare perchè se non ne avete mai viste prima di simili rimarrete facilmente strabiliati.

Megapark e Bierkönig

Il Megapark e il Bierkönig sono immensi locali quasi sempre ad ingresso gratuito che riescono ad unire le caratteristiche di un pub a quelle di una discoteca, conquistandosi così le preferenze di gente di ogni età. 

Troviamo infatti all’interno un’infinità di tavolini rotondi (sui quali vedrete la gente farsi portare delle immense spine di birra o ballarci sopra) ma anche musica ad alto volume per far ballare tutti tra i tavoli e i palchi dove talvolta troverete show e musica dal vivo.

Scorrendo questo video potete vedere il Bierkönig, e in quest’altro il MegaPark (o meglio… una parte di essi, date le dimensioni :lol:). Il MegaPark è aperto dalle 10:00 alle 6:00 della notte successiva, e il Bierkönig dalle 10 alle 3.

Oltre al fatto che troverete in questi locali gente di ogni età e non solo giovani come spesso avviene in Italia, oltre al fatto che vedrete gente che si sta divertendo davvero e che gira con un abbigliamento easy (anzichè gente che fa finta di divertirsi e sembra debba andare a una sfilata di moda) un’altra delle cose che sbalordiscono di questi locali è la loro immensità.

Al Megapark infatti c’è un piano interrato spaziosissimo pieno di tavolini e spazio per ballare, un piano terra analogo, sul quale si affaccia infine un piano superiore in stile “terrazzo” raggiungibile con le scale mobili. Il tutto ad ingresso gratuito e con numerose varietà di birre di qualità a prezzi non eccessivi (se non ricordo male sui 4 euro da 0,5l).

Vita notturna a Maiorca - Mega Park - El Arenal
uno scorcio di un solo lato del piano terra del Mega Park a El Arenal

Il Bierkönig non è da meno. Se entrate dall’ingresso secondario del locale potrebbe sembrarvi un banale discobar di 20 metri per 20 a due piani, ma attraversando questa sala troverete una porta che vi apre la strada ad un altro capannone pieno di tavolini e una pista con parete a vetri dove la gente balla o con gruppi che cantano dal vivo sul palco. Anche in questo caso è difficile fare una foto che renda l’idea del locale.

Vita notturna a Maiorca - Bierkonig
Uno dei mille angoli del Bierkönig alle 5 del pomeriggio

Musica a Playa de Palma

A differenza di Magaluf, dove tutta la musica che sentirete è di stampo internazionale e vi sarà già più o meno familiare, non si può dire lo stesso in quest’area. Al Megapark e al Bierkönig infatti la musica, a seconda dell’orario e della serata, passa da famosi classici senza età degli anni 80-90-2000 o musica commerciale attuale a musica tedesca che sembra quasi nata ad hoc per questi locali e per far festa.

In altre parole un po’ di canzoni ignoranti in tedesco ma dalla melodia simpatica. 🙂 O perlomeno i primi giorni; dopo 4-5 serate vi accorgerete di conoscerle ormai tutte e che talvolta vengono mandate ogni sera nello stesso ordine. 😆

Se volete farvi un’idea delle canzoni di cui parlo, ascoltate Mama Lauda o Johnny Däpp (una parte di questo video è girata proprio all’interno del MegaPark). Oppure cercate “Ballermann Hits” su youtube, dove Ballermann è il nome con cui tedeschi e austriaci si riferiscono alla vita notturna di Maiorca in quest’area. Qui talvolta in alta stagione ci sono dei veri concerti di gruppi tedeschi apparentemente famosi che vengono perfino trasmessi in diretta streaming.

Se avete una certa età e volete sentirvi improvvisamente giovani, a 50 metri dal Bierkönig in direzione opposta rispetto alla spiaggia troverete una piccolissima discoteca ad ingresso gratuito di cui non ricordo il nome, che si trova in un seminterrato ed è frequentata da gente dai 40-50 in su. Troverete probabilmente dei volantini con la pubblicità proprio al Bierkönig.

Come arrivare A Playa de Palma

Se non state alloggiando in questa zona ma volete arrivare in auto nella zona più attiva di Playa de Palma per la vita notturna, puntate il navigatore verso Calle Les Meravilles, dove si trovano numerosi parcheggi a pochi passi dai locali citati.

Se invece la vita notturna di Maiorca in quest’area vi ha conquistati e volete alloggiare qui, vi consiglio di stare vicini alla zona centrale di Playa de Palma, cioè nei dintorni del balneario 6, per non dover fare troppa strada a piedi. Cliccate qui per vedere tutti gli alloggi disponibili direttamente sulla mappa o consultate la guida su dove alloggiare a Maiorca.

Al di fuori dei locali citati comunque ne troverete numerosi altri girovagando un po’. A partire da quelli più tranquilli che troverete facilmente passeggiando su e giù per il lungomare o le stradine laterali se vedete tanta gente transitarvi, fino ad altre piccole discoteche scendendo in direzione sud verso S’Arenal, come ad esempio Shooters, Club NL Mallorca frequentati da olandesi, Discoteek Veronica ed altri.

La vita notturna a Maiorca nell’area di Playa de Palma tende a finire un po’ prima rispetto a Magaluf. Lungo i viali ed il lungomare infatti la gente si ritira verso le 2 della notte, mentre la festa continua fino alle 6 all’interno del Megapark o altri locali minori.

Consiglio Playa de Palma per la vita notturna di Maiorca a chi preferisce questo genere di divertimento rispetto a chiudersi in classiche discoteche o piccoli bar, a chi ama la birra dato che troverà parecchie varietà a buon prezzo, a chi volesse provare a far qualche conoscenza (se sapete un po’ di tedesco o un ottimo inglese, altrimenti lasciate perdere) e in generale a tutti data la varietà di offerta presente sul lungomare. In ogni caso almeno una visita a Playa de Palma è d’obbligo, anche solo per scoprire un “mondo diverso” da quello a cui siamo abituati in patria.

Sconsiglio invece Playa de Palma a chi ha qualche antipatia per tedeschi/austriaci dato che rappresentano la quasi totalità delle presenze.

Passeggiando sul lungomare dopo una certa ora potreste imbattervi in qualche ragazzo spagnolo (o che parla spagnolo) vestito come un qualsiasi ragazzo che esce a far serata e che vi parla come foste nuovi amici. Scoprirete ben presto che è lì per tentare di vendervi droga.

 

Vita notturna a Maiorca : Palma città

Cambiamo ora nuovamente genere e passiamo a vedere Palma, la città principale dell’isola.

La vita notturna a Palma di Maiorca non poteva essere di poco conto, date le dimensioni della città.

Lo scenario della vita notturna a Palma è ancora una volta diverso dai precedenti. In primo luogo le nazionalità che vi si trovano sono in larga parte spagnoli (locali e non) e una discreta quantità di italiani. A differenza delle altre aree, in cui la nightlife è attiva solo nei mesi estivi, a Palma sarà possibile trovare un po’ di vita anche nei mesi più freddi.

La parte più accesa della nightlife di Palma si svolge lungo il Paseo Maritimo di Palma, cioè tutt’attorno al porto.

Un po’ per la presenza di connazionali e un po’ per le strutture e l’atmosfera del luogo, la vita notturna di Maiorca nell’area di Palma è quella un po’ più “fighettina” e che più somiglia a quella italiana rispetto a quelle viste finora.

Discoteche di Palma

La più famosa e rinomata discoteca di Palma lungo il Paseo è il Tito’s, una grande discoteca con varie sale su tre livelli con vetrate e ascensore trasparenti che vi permettono anche una bella visuale sul porto e sul mare. Per entrare, indicativamente, ci vorranno dai 15 euro in su a seconda delle serate.

A breve distanza si trova anche il Social Club, un locale altrettanto di classe che dispone di ampio terrazzo e di una piscina. Come per il Tito’s, anche qui le serate proseguono fino alle 6 del mattino e i prezzi sono sulla stessa fascia.

Se preferite qualcosa più in stile pub irlandese ma comunque aperto fino a tardi e con DJ set, provate anche il Shamrock.

Lungo il Paseo Maritimo troverete poi tutta una serie di bar e discobar attivi fino all’incirca alle 2 che spaziano da musica rock/commerciale/latina (ad esempio l’Hard Rock Cafe) e a pochi passi dal Paseo trovate anche il Brooklyn Club. Se avete possibilità di spostarvi appena fuori dal centro di Palma potrete poi raggiungere anche la Queens Disco.

Il lato più lounge di Palma

All’estremità est del Paseo Maritimo, alla base del molo e a breve distanza dalla cattedrale, si sviluppa il quartiere di La Lonja/La LLotja, sede della parte meno caotica della vita notturna di Palma, dove trovare una serie di lounge bar e cocktail bar di un certo livello. Un esempio su tanti il Bar Abaco, costruito in un edificio del 17° secolo con terrazza, decorazioni e sculture. Se girate in quest’area tenete presente che i drink qui sono tra i più costosi.

 

Playa de Muro – Alcudia

Ci spostiamo ora sul versante nord dell’isola di Maiorca, presso la città di Alcudia e la vicina Playa de Muro.

Alcudia è una bellissima cittadina storica, ancora quasi interamente circondata da mura e ben conservata e vissuta al suo interno. Nonostante sia attiva e popolata, l’interno di questa città ha una vita notturna molto tradizionale, composta da qualche ristorante e bar. Per trovare un po’ più di movimento ci si deve quindi spostare di un paio di chilometri a sud presso Playa de Muro/Playa de Alcudia.

Spostandosi dal centro verso Playa de Muro, potete raggiungere Menta Disco, la più grande discoteca della zona oppure il Banana Club, il cafè Milano ed altri bar sempre nei dintorni. In quest’area di Maiorca non mancano possibilità interessanti anche per chi è sopra una certa età con bar e loungebar lungo la spiaggia o con musica dal vivo.

Vicino al porto c’è un altro Shamrock Bar (pub irlandese) simile a quello di Palma e il O’Malley per chi apprezza questo genere. La popolazione che trovate in quest’area di Mallorca è più variegata, a differenza delle zone precedenti che avevano una forte preponderanza di qualche nazionalità. A Playa de Muro si trovano inglesi/irlandesi ma anche russi ed altre nazionalità europee, senza che ce ne siano alcune che spiccano in particolare.

L’età media è in genere più elevata, si trovano dai giovanissimi fino agli over 30-40. E’ una destinazione adatta a tutti ma senza particolari eccessi come Magaluf o Playa de Palma.

Se vi è piaciuta la vita notturna di questa zona e la spiaggia annessa non vi dispiace decidendo di alloggiare qui, cercate un alloggio nell’estremità nord di Playa de Muro (non lontano dal porto). Cliccando qui potete vedere gli alloggi disponibili sulla mappa del porto.

Migliori spiagge di Maiorca - Playa de Alcudia
Playa de Muro non lontano dal porto

 

Cala Ratjada

Terminiamo la guida alla vita notturna a Maiorca con Cala Ratjada. Se le alternative viste finora vi sembrano troppo caotiche o troppo dispersive, questo quartiere potrebbe essere la scelta giusta per voi (solo se viaggiate nei mesi estivi).

Cala Ratjada è un villaggio all’estremità nord-est dell’isola di Maiorca, dalle dimensioni modeste e attraversabile facilmente a piedi. La vita è in generale più rilassata rispetto alle altre destinazioni turistiche viste finora: troverete facilmente anche un sacco di famiglie e gente di ogni età, nonché delle belle spiagge proprio vicino al villaggio.

Anche qui non c’è una preponderanza di una nazionalità rispetto ad un’altra: troverete inglesi, francesi, tedeschi, gente da un po’ tutta Europa e probabilmente meno italiani, non essendo una destinazione molto nota in patria.

Nonostante l’atmosfera più rilassata di Cala Ratjada non mancano alcune discoteche adatte (a seconda della serata) ad un pubblico 18-30, come Keops Disco, Disco Physical, il beergarder BierBrunnen, nonchè vari altri bar e discobar.

Consiglierei di scegliere Cala Ratjada a chi preferisce una vita notturna moderata e senza eccessi, a chi vuole essere vicino a un mare degno di essere chiamato tale o a chi ormai già conosce tutte le altre zone a memoria. Lo svantaggio principale di quest’area invece è dato dalla posizione; trovandosi all’estremità nord-est dell’isola per raggiungere l’aeroporto o comunque la maggior parte delle altre attrazioni dell’isola dovrete stare quasi 2 ore in auto.

Se volete alloggiare a Cala Ratjada date uno sguardo agli alloggi disponibili qui. Se la vita notturna di Maiorca non è comunque il vostro primo obiettivo della vacanza esistono anche altre buone aree dove scegliere il vostro soggiorno; le trovate tutte nella guida sulle zone dove alloggiare a Maiorca.

 

Vita notturna a Maiorca d’inverno

La maggior parte delle località citate sono molto attive durante l’estate ma si spengono il resto dell’anno. Se viaggiate a Maiorca fuori dai mesi estivi le scelte per trovare vita notturna a Maiorca si riducono a Palma e in minor parte a Playa de Muro. Le rimanenti destinazioni sono pressoché deserte.

Vita notturna a Maiorca per single per ogni età

Se siete single alla ricerca di nuove conoscenze tutte le zone hanno delle buone potenzialità. Per i giovanissimi consiglio di puntare principalmente Magaluf e Playa de Palma lasciando magari in secondo piano Cala Ratjada e Playa de Muro che hanno un contesto un po’ più dispersivo, talvolta familiare e dall’età media più elevata.

Se siete attorno ai 27-30 anni tutte le destinazioni sono abbastanza interessanti. Oltre i 30 anni Magaluf perde di appetibilità e conviene puntare verso Palma, se non vi dispiace trovare numerosi italiani, o le località di Playa de Muro e Cala Ratjada. Se vi piace il genere di festa tedesco anche Playa de Palma continua ad andare bene dato che ci si trova gente di tutte le età.

Vita notturna a Maiorca rilassata o di livello

Se cercate una vita notturna a Maiorca di un certo livello e non vi piace il macello, puntate direttamente alle aree di Palma o ai loungebar del litorale di Playa de Muro. Anche Cala Ratjada potrebbe essere una buona scelta vicino al porto ma se non avendo vissuto personalmente quest’area non ci posso mettere la mano sul fuoco.

 

Ora che sapete tutto sulla vita notturna a Maiorca non dimenticate che l’isola dispone di tante bellissime spiagge (che non sono quelle davanti alle località turistiche più famose ma vanno scovate un po’ fuori con l’aiuto di un’auto) e di visitare anche le altre attrazioni storiche come il Castello di Bellver o queste oasi di pace di Maiorca!

Conoscete altre zone con una vivace vita notturna a Maiorca? Segnalatele nei commenti! 🙂

Sharing is Caring! 🙂

Come valuteresti questo articolo? 🙂
[Voti: 1   Media: 5/5]

Cerchi attività da fare in zona?

Fabio M.

Lavoro in un aeroporto ma non ho sconti sui voli come tutti pensano :) Mi occupo di informatica e quando posso pianifico fughe al caldo.
Spesso prima di un viaggio si perde tanto tempo in ricerche a volte fuorvianti. Always On Board nasce con lo scopo di farvi trovare tutto ciò di cui avete bisogno in un solo sito web, dagli alloggi alle mappe, dalle cose da visitare ai tranelli da evitare (Disclaimer). Scopri l'ispirazione del sito.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.